Saturday, 16 October 2010

Immatricolare macchina Italiana in Germania









Ciao,


questo post è la traduzione in italiano del precedente ("How to register your car in Germany"). Dato che l'argomento potrebbe essere di particolare interesse per gli italiani ecco la traduzione per chi non mastica l'inglese.

Questa è una breve guida per chi ha intenzione di trasferirsi in Germania e portarsi la propria automobile. Qui troverete la procedura per immatricolare la macchina in Germania e ottenere le targhe tedesche. La seguente "guida" si basa sulla mia esperienza personale e quindi non offre nessuna garanzia. Quindi la prima cosa che consiglio è di contattare gli uffici della motorizzazione (Kfz.-Zulassungsbehörde) della città in cui andrete a vivere e chiedere quali documenti occorrano.


Dando per scontato che dobbiate immatricolare una macchina con targa italiana, i documenti di cui avrete bisogno sono i seguenti: passaporto, documenti della macchina, documento di possesso, certificati TÜV & COC, il numero elettronico dell'assicurazione che stipulerete in Germania (Elektronische Versicherungsbestätigung-EVB) e la prenotazione di una sigla per la targa.
Vediamo la lista più in dettaglio...

Passaporto (o un altro documento di identità valido).

Documenti macchina italiana: ovvero il foglio di immatricolazione, quello in cui trovate informazioni tipo la misura delle gomme, il tipo di motore, i cavalli ecc.


Certificato di proprietà: questo è il foglio che viene rilasciato quando acquistate una macchina nuova (o fate il passaggio di proprietà).

TÜV e COC: questi sono due certificati di conformità (più precisamente il TÜV è la revisione mentre il COC è un foglio su cui vengono riportate le informazione presenti nel libretto dell'auto). Una volta superato il TÜV, in motorizzazione vi attaccheranno un adesivo sulle targhe nuove che dimostra che la vostra auto è autorizzata a circolare sulle strade tedesche. Per entrambi i certificati la mia concessionaria/officina mi ha chiesto 100 euro. Vi suggerisco anche di richiedere che vi vengano rimosse le targhe italiane, cosi non dovete lasciare la macchina in strada senza targa.


Targhe italiane: rimuovete le targhe e portatele al Kfz.-Zulassungsbehörde insieme con gli altri documenti.

Numero assicurativo elettronico: ovvero un numero di 7 cifre che la vostra assicurazione vi darà quando stipulerete una nuova assicurazione. Vi suggerisco di stipularla con l'ADAC (ma controllate online per scovare tariffe più competitive). Il vantaggio di farla con l'ADAC è che in (quasi) tutte le città ci sono delle loro filiali dove potete stipulare senza dover fare tutto online. In oltre diverrete membri ADAC (aggiungete altri 40 euro all'anno) usufruendo del loro servizio di assistenza. All'atto di stipulare la nuova assicurazione vi verrà richiesto il documento che riporta la vostra classe di merito. Meglio portare una traduzione in lingua tedesca o inglese.

Numero di targa: in Germania, pagando una piccola somma (15 euro), potete personalizzare la combinazione lettere-numeri da mettere sulla vostra targa. Per questo c'è un servizio online per controllare se la combinazione da voi scelta è ancora disponibile. Nel caso fosse disponibile, il sistema vi prenoterà la combinazione; stampatela e portatela con voi

Bene, una volta che avete tutti i documenti, andate alla motorizzazione (Kfz.-Zulassungsbehörde) della vostra città. Se tutti i documenti sono corretti prenderanno (e distruggeranno) le targhe italiane e archivieranno i documenti italiani dell'auto. Poi vi daranno i nuovi documenti e un foglio con cui potete andare ad acquistare le targhe nuove (22 euro). Con le targhe nuove tornate in motorizzazione dove vi applicheranno gli adesivi del TÜV e del comune.

Con le targhe nuove tornate in officina a farvele rimontare.

Ora è vero che il procedimento è lungo ma ci sono almeno due ragioni per farlo. La prima e che sei obbligato, entro 6 mesi, ad immatricolare il veicolo con le targhe del paese di residenza. Secondo, perché l'assicurazione è decisamente più economica rispetto alle tariffe italiane. Tuttavia dovrete pagare la tassa di circolazione (ma questo anche in Italia).

Michele

261 comments:

  1. Buongiorno Michele, mi chiamo Marco ed ho scoperto il tuo blog cercando su Google informazioni su come reimmatricolare la mia auto italiana qui in Germania dato che mi sono trasferito qui da un pò.
    E' davvero così semplice e soprattutto così economico o c'è dell'altro ?
    Abituato ai salassi e alla burocrazia italiana (ma anche in Germania non scherzano ......), mi sembra tutto troppo facile.
    Grazie delle info e complimenti per il tuo blog.

    ReplyDelete
  2. Ciao Marco, la procedura potrebbe cambiare leggermente da città a città, ma in linea di massima e´quella descritta sopra. Contatta la Kfz.-Zulassungsbehörde della tua città per essere più tranquillo.
    C`e`un po di burocrazia, ma nulla paragonato a quella italiana. Una volta che hai il TÜV e il COC, tutto il resto e´una passeggiata; io ho fatto tutto in un giorno. Anzi per essere precisi sono andato in motorizzazione alla mattina alle 7.30 e alle 15 sono tornato a casa in macchina.
    Ciao e grazie per i complimenti
    M.

    ReplyDelete
  3. salve a tutti,
    complimenti per le informazioni contenute nel blog. Vorrei registrare la mia auto con targa italiana in germania. Al landratsamt mi hanno chiesto il certificato COC che io non posseggo. Sinceramente fino a pochi giorni fa non conoscevo nemmeno l´esistenza di questo certificato. Qualcuno sa come posso reperirlo? Ringrazio anticipatamente coloro che possono aiutarmi

    ReplyDelete
  4. Buongiorno Lino,

    discutendo con un utente del blog (grazie Francesco!), sembra che il COC venga rilasciato dalla DEKRA. Tuttavia, come in Italia, ci sono officine e concessionarie autorizzate DEKRA. Quindi per ottenere il COC non devi fare altro che trovare un' officina autorizzata DEKRA, o meglio ancora, andare in una concessionaria di auto della stessa marca della tua con annessa l'officina.
    Vedrai che li fanno tutto loro, TÜV e COC.
    Ciao
    M.

    ReplyDelete
  5. salve a tutti
    ed un grazie a tutti in anticipo.

    ho un problema diverso. debbo recarmi in germania e lasciare per più di un anno la mia auto a mio figlio che risiede a francoforte.
    ovviamente l'auto è assicurata con una compagnia italiana che io continuerei a pagare per la copertura. la mia compagnia mi ha detto che sono tranquillamente coperto anche in germania con guida libera;mi hanno anche detto che se però circola per più di sei mesi in germania si dovrebbe forse cambiare assicurazione da quella italiana ad una tedesca. è obbligatorio visto che poi mio figlio tornerà spesso in italia?
    cosa mi suggerite?? non vorrei passare per un cambio di proprietà/targhe ecc fatto prima in germania e poi di nuovo in italia.
    grazie in anticipo renato

    ReplyDelete
  6. Ciao Renato,

    non mi risulta che sia obbligatorio cambiare assicurazione.
    In teoria dovresti cambiare le targhe, ma se rimani per cosi' poco tempo, e spesso ritorni in Italia, non ha molto senso. Credo che per legge i 6 mesi debbano essere consecutivi. Quindi se rientri spesso in Italia, non dovresti avere nessun problema. Diverso il discorso se la macchina rimarrà' in Germania per anni...
    Quindi alla fine ti consiglio di tenere targhe ed assicurazione italiana.
    Ciao
    M.

    ReplyDelete
  7. Buongiorno Michele e grazie per la tua risposta.
    Ho risolto il problema chiedendo il COC direttamente alla Toyota Motor Italia che nel giro di pochi giorni mi ha inviato per posta un duplicato del suddeto certificato.
    Per quanto riguarda il problema del sign. Renato credo che i sei mesi debbono essere computati dalla data dell´ eventuale iscrizione presso l´anagrafe del comune tedesco di residenza. Per l´assicurazione cmq in caso di iscrizione all´AIRE (non mi sembra il suo caso o?)va comunicato solo il cambio di residenza ma per la copertura assicurativa é comunque valida ed effettiva.

    ReplyDelete
  8. buongiono
    io ho un problema diverso ho già consegnato le targhe in italia e la macchina è chiusa in garage (in germania) senza targhe come posso fare per ottenere i certificati per immatricolarla in germania?
    grazie in anticipo

    ReplyDelete
  9. Buongiorno Michele, io sono Sergio, per caso ho scoperto il tuo blog dovendo immatricolare la mia maccchina in germania. Io ho un problema diverso, ho gia' cessato la circolazione della mia auto avendo consegnato le targhe gia' in italia da circa 2 anni. Ho contattato la mercedes benz in italia pet il COC, ma sono stati un po' evasivi, posso secondo il tuo parere, fare la richiesta direttamente ad una concessionaria o ad una officina autorizzata qui in Germania?
    Gazie in anticipo Sergio

    ReplyDelete
  10. @ Lino: bene sono contento che tu abbia risolto. Ti ringrazio anche per aver condiviso la tua esperienza sul blog in modo che tutti ne possano trarre beneficio!

    @anonimo senza targhe: purtroppo non so bene quale sia la procedura nel tuo caso. Il mio suggerimento e' quello di rivolgersi alla motorizzazione della città' tedesca dove si trova l'auto e chiedere a loro...A me avevano detto chiaramente che le targhe (italiane) dovevano essere consegnate a loro per la nuova immatricolazione. Magari nel tuo caso e' sufficiente mostrare il documento che ti hanno dato in motorizzazione italiana quando hai radiato la macchina.

    @ Sergio: come per il caso precedente ti consiglio di contattare la motorizzazione della città' tedesca in cui si trova (o troverà') la tua auto.
    Tuttavia, come riportato da Lino, la Mercedes Italia dovrebbe procurati una copia del COC se ne fai richiesta. Se ti hanno fatto problemi, prova allora contattare un'officina Mercedes tedesca: a me il COC e' stato rilasciato da una officina Peugeot tedesca.

    ReplyDelete
  11. Ciao Michele
    sono anche io una blogger, ma mi ritrovo a scrivere di auto e assicurazioni solo per lavoro.
    Sono arrivata in questa pagina cercando notizie relative ai documenti dell'auto.
    Visto che questo è uno ei blog più chiari che abbia letto in materia, vorrei chiederti, se ti va, ulteriori approfondimenti in merito al certificato di proprietà. Potresti darmi delle info più precise?
    Grazie!!
    Sophia

    ReplyDelete
  12. Ciao Michele, sempre a proposito di reimmatricolare la mia auto italiana in germania vorrei chiederti cosa hai fatto per radiarla al p.r.a. e non dover più pagare il bollo in italia.Ho fatto una ricerca sul sito dell' aci ma non mi sembra molto chiaro.
    Grazie ancora e complimenti per i tuoi scritti.

    ReplyDelete
  13. @ Sophia: contattami pure qui a questo indirizzo michele (punto) burigo (at) gmail (punto) com. Se posso aiutarti lo faccio volentieri.

    @ Anonimo riguardo al P.R.A.: tocchi un tasto dolente...mi sto occupando di questo problema proprio ora. Appena posso posto un aggiornamento a riguardo.

    ReplyDelete
  14. Salve a tutti,
    per radiare la macchina dal pra bisogna recarsi presso l´ufficio notarile del consolato italiano il quale provvederá ad inoltrare la richiesta.
    Le modalitá ed i documenti necessari vengono riassunti nel seguente link:
    http://www.consstoccarda.esteri.it/NR/rdonlyres/EDB36AFE-2819-4004-AFDB-A5298A02904F/0/INFO_RadiazioneAuto.pdf

    ReplyDelete
  15. Lino, grazie mille per la preziosissima informazione che ci hai dato.
    Appena posso la inserisco direttamente nel blog.
    M.

    ReplyDelete
  16. Ciao Michele,
    ho sentito pareri contrastanti in merito alla necessita` di tradurre i documenti (libretto, cert. proprieta` e COC) dall`italiano al tedesco.
    Tu li avevi fatti tradurre?
    Grazie mille

    Roberta

    ReplyDelete
  17. Ciao Michele, complimenti per il blog!
    Non mi è chiara però una cosa: quali sono le condizioni per cui è necessario immatricolare l'auto in Germania?
    Sono in procinto di trasferirmi in Germania; inizialmente per un anno.
    Ho bisogno di acquistare un'auto. In Italia per l'assicurazione potrei beneficiare adesso della legge Bersani.
    Posso acquistare e assicurare l'auto in Italia e poi utilizzarla in Germania? Tieni conto che di tanto in tanto riporterei l'auto in Italia.
    Grazie mille
    s.

    ReplyDelete
  18. @ Roberta - L'unico documento che mi hanno chiesto di tradurre e' l'attestato di rischio (per l'assicurazione). Ma a questo riguardo ti invito a guardare il mio post successivo
    (http://micheleburigo.blogspot.com/2011/03/aggiornamento-immatricolazione-auto.html)

    @soldia - Per legge se la tua auto rimane in Germania per piu' di un anno (ma alcuni dicono 6 mesi) DEVI registrarla nel paese in cui la usi. Tuttavia nessuno controlla, e nel caso, puoi sempre dire che vai avanti e indietro dall'Italia. Riguardo la legge Bersani esiste una legge analoga anche qui, la quale ti permette di beneficiare della classe di un famiglare. Puoi tranquillamente acquistare ed assicurare l'auto in Italia ed usarla in Germania. Inoltre se pianifichi di tornare in Italia non vale la pena affrontare una nuova reimmatricolazione.

    ReplyDelete
  19. Ciao,sto per fare la stessa cosa,mi sono trasferito in italia e ora mi devono immatricolare l´auto qui..spero che facciano conto della mi assicurazione in italia(axa) se no dovrei andare all´axa qui solo che ho gia il pin del´allianz(grazie a tizio)quindi mi sa che sono obbligato a stipulare il contratto con loro..
    ma poi in italia bisogna radiare l´auto o cosa?

    PS.appena ho finito vi posto il totale

    tschüss

    ReplyDelete
  20. Buongiorno e complimenti per la decisione di condividere queste nformazioni!

    il mio problema è un po' particolare, nel senso che vivo a cavallo tra germania, incui vive la mia famiglia, e l'italia in cui lavoro... con la mia compagna (austriaca) vorremmo acquistare una nuova auto a lei instestata; dal momento che la sua classe di rischio è molto alta potrei secondo voi intestare a me l'assicurazione pur non essendo residente in germania?

    Saluti

    ReplyDelete
  21. @ Anonimo: dipende se vuoi assicurarla con una compagnia italiana o tedesca. Se sei residente in italia le compagnie assicurative tedesche non te la assicurano, indipendentemente da dove la macchina e' stata acquistata. So pero' che in Germania vige una legge simile a quella italiana che prevede che una persona possa acquisire la classe di merito del coniuge, ma in questo caso dovresti essere sposato. Se invece sei residente in Germania, il problema non si pone dal momento che puoi assicurare un'auto che non e' intestata a te. Mi raccomando pero' lascia perdere ADAC!

    ReplyDelete
  22. ciao michele,mi trovo in germania per lavor,e siccome vorrei cambiare le targhe, però la macchuna ha un fermo amministrativo,che succede se li cambio?

    ReplyDelete
  23. Ciao Michele, io ho un problema diverso per quanto riguarda l'immatricolazione. Io sono residente in Italia ma vorrei far immatricolare la mia vettura i germania per far riportare a libretto degli accessori che in italia non si possono omologare, o meglio, se anche omologati a libretto essi riportano una descrizione vaga che quindi puo' lasciare molto all'interpretazione del pubblico ufficiale che effettua il controllo di routine o in un eventuale incidente. in germania invece so che viene riportato proprio il modello specifico con numero seriale del pezzo omologato onde evitare successive contestazioni, allusioni ed equivoci burocratici.
    quindi io vorrei fare cosi...immatricolare l'auto in germania...far omologare gli accessori che desiderei...poi reimmatricolare il veicolo in italia il quale, in virtù delle leggi per la comunità europea, dovrebbe (e qui vi chiedo conferma o meno) portarsi dietro le omologazioni tedesche.
    i dubbi sono:
    - posso immatricolare la vettura in germania NON essendone residete?
    - se no, come potrei fare?
    - se si, come si procede poi per l'omologazione degli accessori?
    - essi devono essere già montati sul veicolo o basta la specifica tecnica del fornitore?
    grazie in anticipo

    ReplyDelete
  24. Hallo michele,
    Sei uno dei pochi italiani che hanno capito da che parte stare si perché in italia le persone che vogliono stare in regola sono le piú perseguitate
    Ti volevo chiedere io ho una residenza in Germania e vivo ancora in Italia e ti chiedo solo 2 cose:
    Sono più vantaggiose le assicurazioni tedesche?
    Se devo rintracciare l'indirizzo del proprietario della macchina visto che mi sono trovato un danno e un testimone ha preso il numero della targa,
    in internet dove posso trovare informazioni a riguardo.
    Grazie
    e credimi anche io ho trovato degli italiani in difficoltà in Germania ed é sempre un onore aiutarli
    mauro venezia
    Poi ti manderó mie knotizie
    Grazie ancora
    MAURO

    ReplyDelete
  25. @ Anonimo: credo che il fermo amministrativo ti impedisca di immatricolare l'auto in un altro stato. Pero' non ne sono sicuro: meglio chiedere al Kfz.-Zulassungsbehörde della città in cui lavori.

    @Luca: se non ricordo male devi essere residente (e lo devi dimostrare con un certificato rilasciato dalla Rathaus). La cosa migliore sarebbe vendere la tua auto e comprarne una (identica) in Germania. A quel punto quando la reimmatricoli in Italia, ti "porti dietro" le omologazioni tedesche. La domanda e': ne vale la pena?

    @Mambo: Sicuramente le assicurazioni tedesche costano meno (ADAC a parte). Ma il grande vantaggio lo si ha solo con le compagnie web-based (tipo DirectLine o Genertel).
    Per la targa devi andare in Polizia: loro poi dovrebbero dirti come procedere.

    ReplyDelete
  26. Ciao Michele,

    complimenti per l'articolo: è davvero utile.
    Tuttavia non mi è ben chiara la cronologia degli eventi e credo che possa essere d'aiuto a molti, quindi propongo la mia versione per far funzionare il piano, e ti prego di correggermi se sbaglio:

    - prenoto un numero di targa
    - stipulo un'assicurazione (con che numero di targa? quello prenotato? posso farlo anche se la macchina non è ancora registrata?)
    - parcheggio la macchina in officina e faccio smontare le targhe italiane
    - mi faccio fare il TUV (posso farlo anche dopo? devo registrarlo sulla targa prenotata ma non ancora in mio possesso? non posso farlo dopo la registrazione in motorizzazione tedesca?)
    - mi faccio rilasciare il COC dalla stessa officina autorizzata (se hanno il servizio)
    - con il TUV, COC, certificato di proprietà italiano, carta di circolazione italiana ed assicurazione tedesca, mi reco alla motorizzazione tedesca
    - in motorizzazione tedesca mi rilasciano i documenti tedeschi del veicolo e l'attestazione di ritiro dei documenti italiani (servirà per la radiazione in consolato)
    - con i documenti nuovi di pacca vado a comprare la targa nuova (dove la compro?)
    - torno in officina
    - faccio montare le targhe tedesche ed applicare l'adesivo del TUV fatto precedentemente
    - seguo le istruzioni riportate quì per la radiazione del mezzo dall'Italia:
    http://www.consstoccarda.esteri.it/NR/rdonlyres/EDB36AFE-2819-4004-AFDB-A5298A02904F/0/INFO_RadiazioneAuto.pdf
    - ora posso andare in giro a ricevere multe direttamente al mio indirizzo tedesco ;) !


    Alessio Scheri

    ReplyDelete
  27. @Alessio: la sequenza degli eventi e' corretta.
    L'assicurazione la puoi stipulare PRIMA di immatricolare la macchina. Devo solo comunicare tutti i dati necessari, quindi meglio avere il libretto (quello italiano) a portata di mano.
    Il TUV viene fatto (e rimane legato) alla macchina, quindi non importa quale targa tu abbia (o non abbia, in questo caso). Il certificato devi farlo PRIMA di andare in motorizzazione, altrimenti non ti immatricolano la macchina!
    Solitamente nelle vicinanze della motorizzazione ci sono diversi negozi che stampano le targhe; non ti preoccupare, avrai l'imbarazzo della scelta!
    Dopo non devi andare in officina, ma tornare in motorizzazione dove ti metteranno il bollino TUV sulle tue targhe appena fatte. Solo dopo torni in officina.
    per la radiazione ho ancora dei dubbi, in quanto non ci sono istruzioni chiare...
    A settembre passo in Italia, quindi spero di avere maggiori informazioni a riguardo!
    Buone multe!
    :-)
    M.

    ReplyDelete
  28. Ciao Michele,
    grazie per le informazioni riportate su tuo blog, sono di grande aiuto. Vorrei precisare però che probabilmente ci sono delle variazioni da città a città. Io abito a Monaco e fare il COC è abbastanza complicato. L'officina DEKRA mi ha detto che loro possono fare solo il TUV e che il COC potrebbe essere fatto dalla "TUV SUD". Ho chiamato quindi la TUV stessa ma anche loro non rilasciano COC, icono anzi che dovrebbe già essere tra i documenti della macchina. Ho trovato un sito he li rilascia previa richiesta on-line pr la modica somma di 165 euro e 14 giorni. Io ho una FIAT e il prossimo step sarà provare da un concessionario autorizzato.
    Se qualcuno a esperienza su Monaco qualsiasi consiglio è bevenuto.
    Grazie

    ReplyDelete
  29. Ciao Michele, il mio problema e' ancora leggermente diverso.
    In Italia (ed ora in Germania) utilizzo una macchina intestata a mio papa'...cosa dovrei fare per intestarla a me in Germania?
    Grazie e complimenti per il blog.
    Marco

    ReplyDelete
  30. ciao michele...mi chiamo andrea...io molto probabilmente mi trasferirò in germania per lavoro a partire da novembre...però poi dovrò tornare in italia...sono un ragazzo appassionato di soft-tuning...purtroppo per noi qui in italia siamo molto limitati a differenza della germania...allora avevo pensato di portarmi con me la macchina..fare l'immatricolazione tedesca...effettuare i lavori,omologare il tutto e poi quando tornerò in italia fare di nuovo l'immatricolazione italiana...sapresti dirmi quando vado a spendere per le 2 immatricolazioni??ti ringrazio in anticipo

    ReplyDelete
  31. Ciao Michele,

    grande blog. Finalmente sono riuscito a capire come immatricolare correttamente un auto italiana qui in Germania.
    Volevo chiederti due cose in particolare, ossia relative all'assicurazione:
    1) Avendo usufruito della Legge Bersani in Italia pago relativamente poco la mia polizza in Italia. La classe di merito viene mantenuta anche se stipulo una nuova assicurazione qui in Germania??
    2) Inoltre, si potrebbe continuare a mantenere la stessa polizza assicurativa (quella italiana) nonostante il veicolo sia immatricolato in GER e quindi con targa tedesca?

    ReplyDelete
  32. ciao a tutti, trasferito in germania da poco, stamane sono stato alla citroen di stoccarda per chiedere il COC della mia auto, una citroen, mi hanno fatto sapere che il coc lo devo chiedere direttamente in Italia e la citroen italiana mi chiede 150 €. Ho letto che altre case hanno rilasciato il coc o in germania direttamente o in italia in poco tempo. MI chiedevo come mai questa grossa differenza e se sono state cambiate le regole.
    grazie

    ReplyDelete
  33. @ Anonimo: puo essere che ci siano differenza tra citta', ma ti assicuro che l'officina dove ho portato la macchina mi ha fatto tutto...Probabilmente andare direttamente alla FIAT e' la cosa migliore da fare.

    @ Marco: credo che tu debba intestarti la macchin ain Italia e poi chiedere di immatricolarla qui in Germania. Altrimenti credo che debba essere presente tuo padre (il proprietario)...

    @ Andrea: devi essere un vero appassionato per pensare di immatricolare la macchina due volte! I prezzi di quella tedesca li trovi nel blog, ma non so cosa costi immatricolare una macchina tedesca in Italia...

    @ Giovanni: 1) La classe "dovrebbe" essere mantenuta (ma vedi il mio post sull'ADAC in cui spiego i guoi che ho passato) per legge. Ora io sto passando a Directline in quanto mi hanno detto che avendo questa compagnia in Italia dovrebbero riconoscerti la classe piu' facilmente. 2) Non credo sia possibile.

    @ Ale: mi spiace, non so come mai... Prova chiedere ad un'altra concessionaria Citroen...

    ReplyDelete
  34. Ciao Michele. grazie per le informazioni: proprio quelle che cercavo!!!

    Ti vorrei fare una domanda: dici che i prezzi dell'assicurazione in Germania sono decisamente più economici... mi puoi fare qualche esempio? O conosci un sito dove posso farmi un preventivo online?

    Grazie mille!

    Michele

    ReplyDelete
  35. Ciao Michele,
    ho un problema: vivo in germania da 6 mesi,auto con targa italiana revisione appena scaduta.
    Visto che mi hanno detto che l'assicurazione (italiana) non copre se la revisione e' scaduta, sai dirmi come posso fare? Che tu sappia esistono officine tedesche autorizzate a fare la revisione con i protocolli italiani? grazie per tutte le informazioni che hai messo a disposizione.
    Ciao

    ReplyDelete
  36. Carlo Di Marzio10 November 2011 22:22

    Ciao Michele,

    complimenti per il post, temo di aggiornarvi con una cattiva notizia.
    Sono da poco in Germania per lavoro.
    All' atto della registrazione nel comune ( Offenbach / Hessen per la precisione ) mi hanno comunicato che da luglio 2011 si hanno solo 30 gg per poter immatricolare l' auto anziche i precedenti 6 mesi, Ti risulta ?
    Opure altri escamotage come intestare l' auto alla moglie o fare ritorno ogni tanto in italia, grazie per la risposta

    Carlo

    ReplyDelete
  37. @ Anonimo: con la revisione scaduta devi porre rimedio al piu presto perche non solo l’assicurazione non ti copre, ma per legge, non puoi ciroclare e se ti fermano ti sequestrano la vettura. Riguardo alla possibilita’ di farla in Germania, non vedo come le officine tedesce possano farti la revisione (Italiana) visto che seguono leggi e normative differenti.

    @ Carlo: non sapevo della scadenza a 30gg….mi sembra davvero poco! Ma se ti hanno detto cosi, deve essere vero. Magari cambia da regione a regione pero’.
    Certamente se dichiari che la macchina va, a questo punto, ogni mese in Italia, dovresti essere in regola (visto che diventa impossibile controllare tutti I tuoi spostamenti). Riguardo ad intestarla a terzi non ne vedo il vantaggio..

    ReplyDelete
  38. BUONGIORNO, VORREI UN INFORMAZIONE...
    DEVO ESPORTARE UNA MACCHINA DALLA RUSSIA E TARGARLA IN GERMANIA...IO HO LA RESIDENZA IN ITALIA...COME POSSO FARE E A CHI POSSO RIVOLGERMI??? E QUANTO POTREBBE COSTARE?? SCUSATE....ATTENDO RISPOSTA GRAZIE MILLE
    ELENA

    ReplyDelete
  39. buongiorno Michele . io ho un problema su un autocarro importato dalla germani nel 1985. ho la targa tedesca esiste un registro che mi da i dati di circolazione in germania. del tipo questa auto è stata immatricolata nel 1975 e ha circolato fino al 1984 per esportazione.

    ReplyDelete
  40. @ Elena; le informazioni riportate riguardano vetture italiane, e probabilmente valgono per tutte le vetture europee, ma non so se rimangono valide anche per le automobili immatricolate in Russia. Inoltre, non credo tu possa immatricolare l’auto in Germania se non sei residente.

    @ Anonimo: purtroppo non so come aiutarti…
    Il mio consiglio e’ di contattare il comune dove originariamente era registrato l’autocarro; magari con la targa riescono a risalire all’informazione che cerchi. Ricordati che le prime due lettere indicano il comune, come indicato qui (http://it.wikipedia.org/wiki/Targhe_automobilistiche_tedesche).

    ReplyDelete
  41. MICHELE SCUSA ANCORA IL DISTURBO...MA SAI DOVE POSSO APPOGGIARMI COME MOTORIZZAZIONE GERMANIA...LA PIU VICINA ALL ITALIA MAGARI????
    GRAZIE ANCORA
    ELENA

    ReplyDelete
  42. Eros. complimenti x il blog. ti mando il numero di targa TIRX43 modello FIAT 616 N3 4.ho trovato questa mail juergen.land@tirschenreuth.de che dovrebbe essere la motorizzazione di riferimento.
    Questo veicolo è stato importato in italia nel 1984 ed reimmatricolato in italia nel 1985 non tenendo conto della prima immatricolazione tedesca. ringrazio anticipatamente

    ReplyDelete
  43. Salve a tutti,
    mi sto per trasferire in Germania e anch'io devo immatricolare la mia auto italiana.
    Ho chiamato tutti gli uffici interessati e mi hanno spiegato la seguente procedura:
    - Stipulare un'assicurazione anche senza la nuova targa tedesca, si riceve un codice (Elektronische Versicherungsbestatigung) che verrà richiesto alla motorizzazione tedesca.
    - Fissare un appuntamento con il TUV per i controlli che costano circa 70 Euro.
    Per chi è in possesso del COC è sufficiente fare la verifica periodica dell'auto (Hauptuntersuchung). Per chi è sprovvisto del COC è necessario fare, sempre al TUV, un controllo approfondito dell'auto (Volluntersuchung) che costa circa 75 euro in più.
    - Successivamente recarsi alla motorizzazione tedesca con tutti i documenti. Le targhe italiane saranno ritirate e sostituite dalle targhe tedesche. Vi verrà poi rilasciato un certificato (anche in italiano altrimenti va tradotto) da portare al PRA in italia (ma può farlo anche il consolato) per radiare l'auto dal registro italiano altrimenti si continua a pagare il bollo in italia.

    ReplyDelete
  44. Salve a tutti,scrivo la mia esperienza riguardo l'immatricolazione di auto italiana in Germania,precisamente a Berlino.
    Documenti che mi hanno richiesto : Carta d'identità o passaporto,certificato di proprietà dell'auto,carta di circolazione,TUV.
    Il TUV è costato 298,50 eur alla Dekra,mi hanno spiegato che dovevo pagare così tanto perchè ho doppia alimentazione benzina/gpl e dovevano controllare il sistema gpl in modo più approfondito.
    Dopo di che mi sono recato all'ufficio con tutti i documenti sopra citati,mi hanno ritirato la carta di circolazione,certificato di proprietà dell'auto,e targhe.Mi hanno fatto scegliere che numeri e lettere volessi nella targa (costo 10 eur),ricevuto il bollino per le polveri sottili (5 eur),chiesto cortesemente se si poteva ricevere un certificato con su scritto ANCHE in italiano che stavo cambiando targa etc etc da presentare al PRA in Italia,ma mi hanno detto che se avessi voluto ci avrebbero pensato loro (costo 10 eur).
    Una volta ricevuto tutti i documenti,stampa delle targhe,costo dell'operazione 80 eur.
    Dopo di che ho scelto l'assicurazione.
    Spero di essere stato d'aiuto a qualcuno.

    Mirko

    ReplyDelete
  45. @ ELENA: purtroppo non saprei dirti qual’e’ la motorizzazione piu vicina, ma e’ sufficiente che guardi la mappa della Germania…Sia Monaco che Friburgo non sono troppo distanti.

    @eros: scusa ma non ho capito bene in che modo potrei aiutarti a risolvere il tuo problema…

    @ Mario: grazie mille per aver riportato la tua esperienza. Io devo ancora risolvere la questione PRA, ma appeno riesco vi posto la mia esperienza.

    @ Mirko: grazie mille anche a te. Visto che anche a me avevano detto avrebbero provveduto loro a comunicare al PRA la nuova immatricolazione (cosa che invece NON e’ avvenuta), vorrei sapere se invece tu hai avuto piu fortuna.
    Hai gia controllato presso l’ACI? Qualcuno (vedere tra post precedenti) aveva detto che l’unico modo sicuro per cancellarsi dal PRA era di rivolgersi al consolato.

    ReplyDelete
  46. Oggi sono stato al PRA a Milano per verificare alcune informazioni prima di partire e mi hanno detto che:
    - la motorizzazione tedesca non comunica il ritiro delle targhe delle auto italiane. Va fatto personalmente; tramite delegato o agenzia; attraverso il consolato.
    - sul certificato della motorizzazione tedesca deve essere riportato in italiano (altrimenti va fatta una traduzione giurata) il ritiro delle targhe, della carta di circolazione e del certificato di proprietà (foglio complementare).
    - Se il certificato di proprietà non viene ritirato va restituito al PRA in originale.
    Presentando personalmente la richiesta di radiazione al PRA il costo totale è di 62 euro.

    ReplyDelete
  47. Salve a tutti!
    Ho riletto con grande interesse tutta la discussione perchè dovrei effettuare una operazione di cambio targa ad un'auto italiana.
    Stavo ragionando sulla possiblità di radiare per export l'auto, in maniera tale da evitare il problema del PRA.
    Diciamo che la situazione è un pelino diversa da quelle sopra, perchè la macchina va intestata alla mia ragazza che è tedesca residente in germania ma la macchina dopo l'immatricolazione circolerà in italia.
    Il mio dubbio riguarda il fantomatico COC e la procedura per ottenerlo in tedesco e l'eventuale obbligo di presentare l'auto in germania per l'immatricolazione...
    Infatti avendola radiata potrebbe essere un problema trovare il modo di muoverla.
    Suggerimenti?

    ReplyDelete
  48. Ciao,un ragazzo mi ha consigliato prima di fare tutto questo detto da te,la radiazione al Pra,secondo te è da fare o viene fatta in automatico alla immatricolazione Germanica? grazie mille

    ReplyDelete
  49. @ sebastiano: la radiazione al PRA non viene fatta in automatico dalla motorizzazione tedesca.

    ReplyDelete
  50. Salve a tutti,sono in Italia per le vacanze natalizie.
    Vista la mia improvvisa comparsa in terra Italica mi sono recato al PRA di persona per qualche informazione.
    Nell'ufficio di Berlino mi ero fatto rilasciare un documento tedesco/italiano dove c'era scritto che le targhe italiane e i documenti stranieri erano stati ritirati e distrutti.Con questo documento mi sono recato al PRA,documento d'identità e ho avuto la possibilità di procedere con la radiazione,costo dell'operazione 60 eur.. (50 + 10 adesivo)
    Dopo aver pagato,aspettavo che mi venisse rilasciato il certificato di radiazione ma a un certo punto la tipa al banco mi ha detto che "il sistema era tutto bloccato",mi invitava a passare un altro giorno per ritirare il certificato..Beh..mi sembrava strano che si potesse risolvere tutto in un'oretta in Italia..
    Comunque sia,radiazione andata a buon fine.
    Altro punto interessante :
    Tipa : Il costo della radiazione è di 60 euro,incluso l'adesivo
    Mirko : Si scusi,quale adesivo?
    Tipa : L'adesivo da attaccare alla carta di circolazione..
    Mirko : Ma se nota nel foglio c'è scritto che la carta di circolazione è stata ritirata e distrutta..
    Tipa : Ehhh lo so,ma io l'adesivo glielo devo dare..
    Mirko : Si ma dove lo metto?
    Tipa : Ehhh non lo so,ma io glielo devo dare lo stesso..
    Mirko : E vabbè...

    ReplyDelete
  51. Ciao Michele
    una domanda ma bisogna per forza portare la macchina in germania per il collaudo?? oppure andrebbe bene solo i documenti??

    saluti
    Michele Raiola

    ReplyDelete
  52. @ Mario; confermo tutto quello che hai detto! Finalmente sono riuscito anch'io a far radiare la macchina. Ho scritto un nuovo post qui:

    http://micheleburigo.blogspot.com/2012/01/radiazione-per-esporto.html

    @ Sebastiano; come ti hanno già detto, la radiazione non avviene in automatico

    @ Mirko; grazie per la tua testimonianza. Anche a me hanno dato l'adesivo!!!

    @ Michele; non credo che bastino i documenti, ma a dire il vero non lo so. Prova a chiedere alla motorizzazione della tua città.

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ciao Michele, sto preparando un documento sui passi da fare per la reimmatricolazione in Germania. Per scaramanzia non lo pubblico qui adesso, perché ho appena iniziato la trafila. Se tutto va bene si potranno ridurre ulteriormente i costi, e - forse - senza neppure traduzioni in tedesco!
      Spero in un mesetto di rifarmi vivo... :)

      Delete
    2. @trugoy; aspettiamo con interesse il tuo contributo e speriamo che con la tua esperienza si possano ridurre ulteriormente i costi! A presto allora.

      Delete
  53. Ciao Michele, ho trovato il tuo blog molto interessante.
    Io sono residente in Germania da due anni e continuo ad avere la residenza anche in Italia.
    Ho un auto targata italiana e per il momento non ho intenzione di immatricolarla in Germania.
    Per il mio lavoro e per trovare parenti spesso vado in Italia, la mia auto non sta mai piu' di due o tre mesi consecutivi in Germania. Sono obbligato ad immatricolare la mia auto in Germania o per il fatto che spesso sono in Italia posso evitare l'immatricolazione?
    Grazie mille e saluti, Luigi

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ciao, se torni spesso in Italia non hai l'obbligo di immatricolarla in Germania. Mi sembra di ricordare che la legge parlasse di almeno una volta ogni 3 mesi...

      Delete
  54. Ciao complimenti per l'articolo, molto interessante e utile. Ho però alcuni dubbi. Per stipulare l'assicurazione tedesca la tua macchina deve essere già immatricolata in Germania? Secondo, quanto tempo sei rimasto senza poter utilizzare la macchina?
    grazie Michele

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ciao, per avere un'assicurazione tedesca la tua macchina deve essere (o comunque in procinto) immatricolata in Germania. Per rispondere alla tua seconda domanda, sono rimasto senza macchina un giorno solo. L'ho portata in officina di pomeriggio e il giorno dopo ho completato tutte le pratiche, e con le targhe sono tornato in officina dove mi hanno restituito l'auto.

      Delete
  55. Ciao Michele. Sono interessato pure io alla reimmatricolazione in Germania. La mia domanda è questa : La posso fare in Germania pur non trasferendomi li? nel senso io vivo in Italia. Possoo immatricolarla li e poi tornare in Italia?

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ciao, per immatricolara in Germania devi essere residente con tanto di certificato di residenza. Quindi potresti farlo soltanto se prima prendi la residenza in una citta' qualsiasi della Germania.

      Delete
  56. Ciao michele .complementi per tuo blog...io ho un domanda ... abito in germania da molti anni ed uno moto 125cc quindi con targe e tuv. vorrei comprare una moto in Italia(seconda mano) ,posso usare le targe tedesce della mia moto ,andare in italia, ritirare la nuova moto e tornare su in germania con targe tedesche ?
    grazie a priori ...

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ciao, non credo sia possibile in quanto le targe dovrebbero essere "legate" alla moto, nel senso che identificano il mezzo, non chi guida.
      Ma non ne sono sicuro; ti conviene chiedere in motorizzazione!

      Delete
  57. Ciao Michele, io vorrei acquistare un auto a Berlino dove ho acquistato un appartamento e lasciarla li per quando mi serve. Non essendo residente stabilmente, la concessionaria me la puo' vendere? Stesso discorso se volessi portare un'auto in Germania dall'Italia.. se non sono residente, posso immatricolarla sempre dichiarando dove ho l'appartamento?
    Ti ringrazio per la risposta.
    Saluti
    Sergio

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ciao Sergio, purtroppo non so se un domicilio e`sufficiente oppure occorre la residenza....Sono quasi certo che con questùltima tu possa comprarla ed immatricolarla senza problemi. Ma sono casistiche particolari che esulano dalla mia diretta esperienza....quindi sempre meglio controllare con la motorizzazione.

      Delete
    2. se hai fatto l'anmeldung,quello è valido per comprare l'auto. In germania non c'è differenza fra domicilio e residenza,l'anmeldung (registrazione) basta per comprare qualsiasi cosa e aprire conti in banca ;)

      Delete
  58. Salve Michele
    Vivo a Monaco di Baviera e vorrei portare una macchina (immatricolata a nome di mio padre nel 02/2009) qui in Germania. Devo fare nescessareamente un Passaggio di prorpieta´in Italia?
    Ti ringrazio anticipatamente

    Angela

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ciao Angela, se l´auto e´di tuo padre e hai il permesso per usarla (controlla che l ´ assicurazione ti copra anche se guidano altre persone), certo che puoi portarla a Monaco. Poi, se l`auto rimane sempre li dovresti reimmatricolarla con le targhe tedesche.

      Delete
  59. Ciao Michele
    vivo a Berlino e, non avendo tempo mi sono appoggiato ad un'agenzia per fare queste pratiche.
    Al ritiro però mi son trovato con le targhe italiane.
    Inoltre non ho alcun documento che attesta che hanno ritirato il mio certificato di proprietà (quello richiesto dall'ambasciata per radiare l'auto.
    Che ne pensi? Che devo fare con le targhe?
    Puoi postare una copia del documento per la radiazione?
    Grazie mille

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ciao, dici che al ritiro ti hanno lasciato le targhe? Bene, ti serviranno per cancellare la tua macchina dal PRA italiano. Guarda uno dei miei post successivi dove spiego come fare.
      Per il certificato di proprieta' puoi richiedere alla motorizzazione tedesca di rilasciarti un foglio dove attestano che il certificato di porprieta lo hanno tenuto loro. Purtroppo non ti sara molto utile in quanto e' in tedesco... L'alternativa e' dichiarare che lo hai perduto...
      Purtroppo non ho una copia del documento di radiazione...ma se vai al PRA della tua citta' ti spiegano tutto.

      Qesto e' il post riguardo alla radiazione:
      http://micheleburigo.blogspot.com/search?updated-min=2012-01-01T00:00:00%2B01:00&updated-max=2013-01-01T00:00:00%2B01:00&max-results=1

      Spero di esserti stato utile.
      Ciao

      Delete
  60. ciao, mi puoi dare il sito per personalizzare la targa?

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ciao, ogni citta' ha il suo sito. Non e' nazionale. Quindi devi chiedere/cercare il sito equivalente in base a dove risiedi.
      Ciao

      Delete
  61. Ciao a tutti,

    ho letto le esperienze e commenti della maggioranza di voi. L´ultimo problema e cavillo rimane la cancellazione al PRA Italiano, che poi viene presentato all´assicurazione italiana per farsi rimborsare la rimanenza del premio assicurativo. e vi assicuro che qui si scatenna l´inferno. Io proveró fare una autocertificazione presso PRA per non lasciare un centesimo alle disoneste assicurazione italiane. Se qualcuno mi puó indicare la documentazione e dove la trovo, ne saró grata. Al "PRA" tedesco tutto é avvenuto in 20`e dopo aver pagato circa 90 euro. grazie, Nicoletta

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ciao Nicoletta,

      per quanto riguarda la cancellazione del PRA puoi leggere questo post:

      http://micheleburigo.blogspot.com/search?updated-min=2012-01-01T00:00:00%2B01:00&updated-max=2013-01-01T00:00:00%2B01:00&max-results=1

      Riguardo al rimborso per i mesi rimasti....non saprei...ma conoscendo le assicurazioni...ti faccio un grosso in bocca al lupo! Se poi vuoi condividere la tua esperienza qui, potrebbe tornare utile a qualcun altro.
      Ciao
      M.

      Delete
    2. Ciao!
      anche io sto affrntando questa questione. Al consolato (di monaco di Baviera) mi hanno confermato la procedura per la RADIAZIONE dal PRA italiano. é descritta in questa pagina:
      http://www.consmonacodibaviera.esteri.it/NR/rdonlyres/12E10D0B-0463-4BAF-ADF5-38EE48412482/0/RADIAZIONEDALPRA2.pdf.
      la mia assicurazione mi ha confermato in oltre che resituiscono una percentuale relativa ai mesi rimasti ma non mi hanno saputo dire quanto.
      ciao a tutti e complimenti per il Blog a Michele
      Nicoló

      Delete
    3. Ciao a tutti,

      confermo anch'io la procedura illustrata nel link postato da Nicolò: a Monaco è il consolato stesso che procede alla traduzione giurata del documento che viene rilasciato dalle autorità tedesche, e anche all'invio della raccomandata con tutto il materiale all'ufficio competente del PRA.

      Nel mio caso è andato tutto a buon fine, ho ricevuto la documentazione che attesta la radiazione della mia vettura in circa 1 mese e mezzo dalla mia visita al consolato.

      Ciao,
      Alessandro

      Delete
  62. Ciao Michele,
    alla motorizzazione richiedono anche un certificato di residenza?

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ciao, alla motorizzazione tedesca si.

      Delete
  63. Ciao,

    prima di tutto un grazie a Michele per questa utilissima guida, e anche a tutti gli altri per i preziosi contributi.

    Vorrei solo aggiungere che se possiedete una Mini o una BMW potete fare richiesta del CoC direttamente alla casa madre, contattando il seguente indirizzo email: coc.hotline@bmw.de

    La spesa totale, compresa la spedizione a domicilio, è di poco superiore ai 60 euro.

    Ciao,
    Alessandro

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ciao Alessandro, grazie mille per il tuo contributo!
      Utilissimo!
      Ciao
      M.

      Delete
    2. Ciao a tutti,
      ho trovato questo sito per fare il CoC on line per tutte le marche di auto:

      http://www.eurococ.eu/de/

      ciao a tutti
      Nicoló

      Delete
  64. ciao sono residente in germania e tra qualche giorno mi scade l'assicurazione e vorrei immatricolare l'auto qui.la revisione l'ho fatta ad aprile 2011 quindi ce l'ho ancora per un anno.siccome non parlo il tedesco ho pensato di chiedere qui.dovrei andare prima in una agenzia assicuratrice per fare l'ass. poi in un concessionario per le targhe,ma con le targhe italiane cosa faccio?se le tengono loro o devo andare personalmente in italia per fare richiesta di cancellazione al pra per non pagare il bollo?grazie

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ciao Felice,

      e' tutto spiegato, passo per passo, nel mio post. Riguardatelo con cura e cedrai che trovi la risposta alle tue domande.
      Ciao
      M.

      Delete
  65. ragazzi scusate la mia "sinverità", ma detto chiaramente non cela faccio più di tutte le multe, secondo me fasulle, che mi arrivano quotidianamente qui in italia ( Roma). tra l'altro tutte multe mai contestate ma fatte da lontano, dove mi si contesta una volta l'uso del cell. altra volta, la percorrenza di sensi unici, e ripeto, alla fine sempre il verbale si conclude dicendo che non hanno potuto fermarmi perchè impegnati a dirigire il traffico ( e allora mi viene spontaneo chiedrmi : come avete fatto a vedermi col cellulare ?? che tra l'altro non uso, avendo il vivavoce in auto9. Cmq , apparte questo sfogo, pensate che possa fare alla mia odierna auto una nuova immatricolazione in Germania e credete che le multe possano così essere evitate? lo so che mi giudicherete male, ma non so cosa altro fare!!

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ciao, non credo che immatricolando l'auto in Germania risolva nulla...
      Se le multe ti sono gia arrivate, o le contesti oppure le paghi.
      Ciao
      M.

      Delete
  66. come fai con la targa tedesca a fare la revisione se sei in italia??

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ciao, purtroppo non credo sia possibile...

      Delete
  67. Non puoi devi per ferza andare in germania

    ReplyDelete
  68. Qualcuno allora e' riuscito ad immatricolare un auto senza la targa italiana..? Io ne vorrei comprare una usata qui in italia e targarla tedesca, ma vorrei evitera un inutile passaggio di proprieta.......... SOLUZIONI?

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ciao, non sono sicuro di aver capito...
      Se la compri in Italia, sicuramente ti vengono date le targhe e quindi il passaggio di proprieta' diventa obbligatorio...
      Come fai a comprare/vendere un auto senza avere certificato di proprieta'?
      Ciao
      M.

      Delete
    2. Ciao: la macchina in italia andrebbe demolita per espatrio, e poi la si reimmatricola in germania, ma non so se possibile e quanto costa.
      Alla fine la auto dette di importazione, arrivano da noi senza targhe, e poi vengono re immatricolate

      Nicola

      Delete
    3. Ciao Nicola, se hai la residenza in Germania credo sia possibile. Il problema sono i documenti della macchina (che devi avere per dimostrare che e' tua) e la residenza, senza la quale non puoi immatricolarla.
      Spero di esserti stato d'aiuto
      Ciao
      M.

      Delete
    4. per il momento grazie, se ho novita le posto

      Delete
  69. Ciao a tutti e un grazie a Michele per l'aiuto che riesce a dare a noi "emigrati". Sono anch'io alle prese con l'immatricolazione delle nostre 2 auto in Germania e sto avendo un grosso problema con la revisione: il TUV mi ha chiesto più di 600 euro a macchina perchè le due auto sono a GPL (zona Krefeld/Duesseldorf). Purtroppo la cifra è doppia rispetto a quella chiesta ad altro utente del blog sopra. Ho provato anche a telefonare alla DEKRA (da mia moglie visto che il mio tedesco non è ancora all'altezza) che ha risposto che loro non fanno revisioni di auto a gpl...
    Probabilmente dovrò fare un altro giro di telefonate ad altre officine DEKRA però mi sembra strano tutto questo divario e ovviamente 1200 euro solo per la revisione è un salasso inaccettabile. Qualche consiglio?

    Grazie in anticipo
    Claudio

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ciao Claudio,

      purtroppo non so cosa dirti...
      Credo tu sia la prima persona (almeno qui sul blog) a a dover fare la revisione con automobili con GPL...
      L'unico consiglio e' quello di sentire un'officina specializzata della marca delle tue auto...
      Ma se il GPL lo hai installato successivamente, mi sa che non cambia molto...
      Se puoi, facci sapere come procede, cosi da informare quelli nella tua stessa situazione.
      Ciao
      M.

      Delete
    2. Ciao Michele e grazie fella risposta. Il mio scorno deriva anche dal fatto che tale Anonymous nel suo messaggio di Nov 19, 2011 05:27 AM dice di avere pagato solo 295 euro a Berlino dalla Dekra...
      L'officina della Citroen ha fatto venire un tecnico del TUV che mi ha sparato questi 600 euro a vettura.
      Proverò con qualche altra officina della Dekra...

      saluti
      Claudio

      Delete
    3. Ciao claste,anche io quando ho dovuto immatricolare l'auto,mi sono recato a una delle Dekra di Berlino e avendo l'auto GPL il conto è stato di 300 eur per il TUV.

      Mirko

      Delete
  70. Ciao Michele, ho bisogno di un consiglio, anzi due:
    Sono circa 6 mesi che lavoro in Germania con un contratto a tempo indeterminato.

    Uso spesso la macchina a targa italiana per viaggiare per e dall'Italia

    Non mi sono iscritto all'AIRE, ancora.
    Non ho preso la targa e l'assicurazione tedesca, ancora.

    Dovrei fare entrambe le cose? che rischi corro a mantenere targa ed assicurazione italiane?

    Nota che ho una residenza in Germania con parcheggio per residenti che mi hanno rilasciato anche con la targa italiana.


    PS: complimenti per il tuo Blog!

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ciao, allora per legge se sei residente in Germania devi cambiare le targhe. Se non le cambi sei passibile di una multa...ma non so esattamente in quanto o in cosa consista...
      Tuttavia se vai avanti e indietro dall'Italia difficilmente incontrerari dei problemi, a meno che tu venga fermato dalla Polizia. In quel caso vedrebbero che sei residente in germania ma la macchina ha ancora la targa Italiana. Strano che ti abbiano dato pero il permsso residenti con la targa italiana....Forse questo suggerisce che gli va bene cosi? Non saprei...
      Riguardo all'AIRE hai l'obbligo per legge di iscriverti. In questo modo la stato italiano sa dove ti trovi e ti riconosce l'espatrio. Non so a cosa vai incontro (a livello legale dico) se non lo fai.
      Io sono iscrito e ti consiglio di farlo, anche perche questo e' quanto richesto dalla legge....
      Spero di esserti stato d'aiuto!
      Ciao
      M.

      Delete
    2. dunque ragazzi io o un problema diverso o aquistato l auto in italia con tutti i documenti o ammeldato l auto in germania consegnando targhe libretto e complimentare al zulassungstellen dove anno detto che devono rimanere a loro adesso mi chiama il vecchio propietario che riscontra problemi con l assicurazione in italia che non gli vuole dare la percentuale che aveva perche dice che la macchina risulta ancora ammeldata in italia ovvero non e stata cancellata al pra come mi devo comportare devo andare al zulassungstellen qua e spiegare la situazione e sperare che mi rilasciano un documento o cosa?mi aiutate grazie

      Delete
  71. Ciao Michele, ti ringrazio per il post che mi e' stato molto utile. Aggiungo un commento sull'assicurazione. Da personale esperienza il riconoscimento della classe di merito e' totalmente indolore con Allianz. Le loro tariffe sono piuttosto alte, ma ho trocato molta disponibilita' sulle tematiche da immigrato. Gli e' bastato l'attestato della classe di merito in lingua italiana. Il mio piano e' di cominciare con loro e eventualmente passare a un'economica assicurazione online, immagino che una volta fatta la prima assicurazione tedesca poi portare la classe di merito sia circa automatico.

    ReplyDelete
  72. Ciao Gabriele, grazie mille per aver condiviso la tua esperienza.
    Ti confermo che una volta che hai un'assicurazione tedesca, cambiare compagnia (sempre tedesca, ovviamente) e' molto facile!
    Ciao!
    M.

    ReplyDelete
  73. Ciao Michele, ho un problema simile al tuo (conversione classe di merito), sto faacendo di tutto perchè mi riconoscano la 3 classe di merito qui in germania, ma sono in un vicolo chiuso.. dunque mi riconoscono i 5 anni sull' attestato di rischio, ma non quelli precedenti perche non vi è documentazione.. ho provato a spiegare che bisogna fare il calcolo e arrivare fino alla 3 classe, ma dicono che cosi nnon possono fare nulla e che devo partire dalla SF 5, o al limite farmi mandare dalle assicurazioni precedenti una Bestätigung.Ho chiamato in Italia e mi hanno smontato completamente dicendomi che in Italia per legge si tiene conto degli ultimi 5 anni e che non hanno piu le documentazioni precedenti... io nemmeno ho piu la minima idea con chi fossi assicurato 18 anni fa.,. sai per caso come aiutarmi? grazie mille.. Francesco

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ciao,
      purtroppo e' esattamente come dici te. Qui in Germania tengono conto solo degli anni che vengono riportati sull'attestato, quindi un massimo di 5. Infatti anche a me hanno riconosciuto solo quelli. Pero', come suggeriva Gabriele in un post precedente, alcune assicurazioni ti riconoscono la classe di appartenenza (ad es. Allianz). Quindi dipende molto anche da quale assicurazione italiana arrivi, e a quale assicurazione tedesca ti rivolgi.
      Ciao
      M.

      Delete
  74. Caro Michele,
    da settembre inizierò a lavorare in Germania.
    Vorrei portare con me la mia auto. La mia automobile è intestata a mia madre. Può essere questo un problema pur portando con me il certificato di proprietà, o sono costretta a fare un costoso passaggio di proprietà prima di portare la macchina in Germania??
    Micaela

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ciao Micaela, non saprei...
      Forse basterebbe che tua madre fosse con te quando immatricoli l'auto in Germania, ma non so se puoi intestartela direttamente...
      Chiedi alla motorizzazione della citta in cui ti trasferisci
      Ciao
      M.

      Delete
  75. This comment has been removed by the author.

    ReplyDelete
  76. Ciao Michele,
    una domanda banale: tu prima di registrare la macchina, hai fatto "anmeldung" come residenza principale o secondaria?

    ReplyDelete
    Replies
    1. Cioe' intendo dire, io mi trovo a Monaco e dal sito del KVR mi sembra di capire che per registrare l'auto devo avere "Primary Residence" qui...passaporto e documenti dell'auto sono le uniche cose che ti hanno chiesto? Non devi provare che sei residente ?

      Delete
    2. dovresti presentare il WohnAnmeldung, dovrebbe bastare. anchio sto facendo adesso le pratiche per cambiare la targa, ti faccio sapere!

      Delete
    3. Ciao, si devi avere il certificato di residenza della citta' in cui ti sei trasferito.
      E' uno dei primi documenti che ti danno quando ti registri nel nuovo comune.
      Se non ricordo male puoi chiederne diverse copie (a pagamento) nel caso ti servissero per altre cose (es. assicurazione).
      Ciao
      M.

      Delete
    4. Ciao, confermo quanto ipotizzato: basta il certificato di residenza/domicilio che ti rilasciano al KVR quando ti registri nel nuovo comune.
      Adesso la mia BMW è tornata a casa (sto a Monaco) :D
      Saluti a tutti.

      Delete
  77. Ciao,
    Ieri la polizia tedesca mi ha fermato dicendomi di cambiare la targA. Io sono in Germania dal primo giugno e ho cambiato la residenza. Sai darmi se c'è una legge che afferma i 6mesi? Ti ringrazio

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ciao, qui trovi tutte le informazioni che ti servono...

      http://europa.eu/youreurope/citizens/vehicles/registration/taxes/index_it.htm

      Spero di esserti stato utile.
      M.

      Delete
  78. Ciao michele,
    mi accodo ai ringraziamenti per il blog utilissimo e chiaro.
    Io risiedo in Germania da più di un anno e adesso voglio portare una macchina immatricolata in italia ed intestata a mio padre qui con me. Sono costretto a fare il passaggio di proprietà/comodato d'uso, oppure posso semplicemente fare tutta la trafila del cambio targa/assicurazione lasciando come intestatario mio padre? E se così fosse, servono ulteriori documenti/certificazioni?
    Grazie mille in anticipo e buone ferie!
    Piero

    ReplyDelete
    Replies
    1. ho lo stesso problema mi sono informato e da quello che ho saputo bisogna consegnare le targhe in italia e fare la demolizione per trasferimento auto all'estero. e consegnare il modello demolizione in germania, e immatricolare l'auto a tuo nome. nel mio caso mio figlio è in Germania l'auto è intestata a me che sono il padre.

      Delete
  79. Ciao Piero, sono contento che tu abbia trovato utile il blog!
    Purtroppo, come ho gia' risposto a Micaela in precedenza, non so come funzioni in questo caso.
    Potrebbe essere sufficiente il certificato di proprieta' (ma dubito...), come potrebbe essere necessario fare il cambio di proprieta' in Italia, prima della nuova immatricolazione.
    Ma sto tirando ad indovinare: quindi la cosa migliore e' chiedere alla motorizzazione della citta' in cui ti trasferisci.
    Ciao
    M.

    ReplyDelete
  80. Ciao, mi serve un consiglio. Vivo in Germania come ospite, non sono ancora residente e ho la macchina con me. Purtroppo ho scoperto che la revisione mi scade a fine mese. Volevo prendere residenza e immatricolare la macchina, ma posso fare queste cose anche se vado a finire un poco dopo la revisione scaduta? o devo fare tutto in 15 giorni? L'alternativa è che io possa "venderla" ad un mio amico tedesco in questo intertempo. In questo caso, è più plausibile evitare sanzioni e fare qui in Germania una revisione? grazie!! Ale

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ciao Ale,

      secondo me se ti fermano con la revisione scaduta potrebbe esserci il fermo.
      Ma non so, e' una mia idea.
      Il mio consiglio e' di provare ad immatricolarla appena puoi e se non fai in tempo, bhe al massimo non la usi per qualche giorno...no?

      Delete
  81. Ciao Michele davvero utilissimo il tuo blog,
    ti volevo chiedere,io ho aperto da un po' una ditta in germania ma ho residenza e auto italiana.Pensavo di intestare l'auto alla ditta e quindi cambiare le targhe e mettere quelle tedesce.E' possibile farlo??l'iter burocratico sarebbe lo stesso indicato precedentemente???
    grazie dell'eventuali risposte

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ciao, senza avere la residenza in Germania non credo sia possibile immatricolare l'auto...
      Magari se sposti il domicilio in Germania presso la tua azienda forse riesci, ma non saprei proprio..

      Delete
  82. ciao Michele,

    sai per caso come si convertono le classi di merito da assicurazione italiana a tedesca? o conosci un sito in cui spiegano come fare? io sto per fare un assicurazione qua in Germania, ma non capisco a quale classe di merito corrisponda la mia italiana , che è 14!!!e volendola fare online non ho la possiblità di verificare esattamente, sai darmi un aiuto?
    Grazie

    Chiara

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ciao Chiara,

      per mia esperienza le assicurazioni tedesce non riconoscono automaticamente la classe italiana. Apparentemente e' piu facile il passaggio se ti rivolgi alla stessa assicurazione (es. sei assicurata con Directline in Italia e chiedi alla Directline in germania di assicurarti).
      Altrimenti qui

      http://micheleburigo.blogspot.de/2011/03/aggiornamento-immatricolazione-auto.html

      racconto la mia esperienza con ADAC (che alla fine, non e' stata cosi tremenda come l'ho descritta :-) )
      Ciao!
      M.

      Delete
  83. ciao michele
    approfitto anche io di questo spazio per farti una domanda.
    Mio suocero ha lasciato la sua macchina in germania perchè si è rotta. Siccome non è messa malaccio abbiamo deciso di venderla a un prezzo basso per recuperare qualche soldo.
    Abbiamo trovato subito un acquirente che ha stipulato con me (Mio suocero vive in Italia ed ha problemi a spostarsi) un contratto privato di vendita. Mi sai dire qual è la procedura adesso per il passaggio di proprietà?
    è indispensabile la presenza di mio suocero o basta una delega?
    Dove devo andare per questo passaggio e posso (devo) tenere le targhe per completare la procedura in Italia?
    grazie in anticipo per la risposta.
    F

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ciao F,

      purtroppo non ti so aiutare. Non ho esperienza a questo riguardo...
      Prova a chiedere all'ACI, magari ti sanno dare qualche informazione in piu..
      Mi spiace di non essere d'aiuto...
      Ciao
      M.

      Delete
  84. ciao michele ,ho visto il tuo blog ed è molto interessante, io volevo chiederti un informazione all'immatricolazione della macchina in svizzera. mi hanno chiesto il certificato di omologazione, presso un autofficina k si occupera di tutto per sdoganarla. il certificato lo posso richiede a qualsiasi concessionaria fiat... oppure alla sede di torino?? saluti

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ciao, secondo me puoi chiederla in qualunque officina UFFICIALE FIAT.
      Prova a fare una telefonata, cosi ti togli il pensiero.
      Ciao
      M.

      Delete
  85. Ciao, mi chiamo Enzo, volevo chiederti se posso assicurare la mia moto con una assicurazione tedesca, io risiedo a Bologna

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ciao Enzo,

      non credo sia possibile.
      Credo assicurino solo mezzi immatricolati in Germania...
      Ciao
      M.

      Delete
  86. Ciao, volevo citare la mia esperienza che grazie alle "dritte" di questo blog è stata molto positiva:
    - all'ADAC mi hanno assicurato con classe SF5 (cinque anni senza incidenti) sulla parola!!! Avevo in effetti attestati in italiano fino a tre anni indietro, ma mancavano i primi 2 anni. Beh, il tipo mi ha applicato la tariffa SF5 dicendo "l'attestato me lo porti poi". Sono cari, è vero, ma che servizio!
    - sono andato alla DEKRA senza altro che il libretto dell'auto. Lì hanno fatto il simil-TÜV (loro lo chiamano Hauptuntersuchung) e il simil-COC (loro lo chiamano Datenblatt). In più mi hanno anche certificato per avere il bollino verde (senza darmelo). Ho solo dovuto dare loro una mano per capire il significato di certe scritte nel libretto. Tempo totale: 1 ora. Spesa totale: non ricordo ma circa 120 €.
    - Con l'auto e con su ancora le targhe italiane sono andato alla motorizzazione. Lì ho smontato da solo le targhe lasciando l'auto nel parcheggio (come fanno tutti). Un po' di trafila e ha comprato le targhe (10 euro), ho recuperato bollino verde e bollini targa, e ho rimontato le targhe.
    - Morale: ho iniziato alle 9.00 e finito alle 11.30 tutto incluso.
    Grazie infinite a Michele perché senza di lui ci avrei messo molte ore (se non giorni) in più!
    Edoardo

    ReplyDelete
    Replies
    1. Edoardo, GRAZIE!
      Contributi come il tuo rendono il blog ancora piu' interessante.
      E poi mi rende molto felice vedere che queste poche pagine che ho messo sul web sono d'aiuto a qualcuno!
      Ciao!
      M.

      Delete
  87. Salve interessante il sito e complimenti.La mia domanda sicuramente fra febbraio o marzo 2013 mi sposterò in germania per 7 - 8 mesi portando al seguito l'ultima auto la più nuova intestata a mia moglie ed a lei assicurata,posso circolare senza problemi o devo produrre ulteriori documenti a parte la carta verde e libretto di circolazione? Dato che avrò per il periodo su citato un domicilio in germania, può avere delle contro indicazioni per via che supero i 6 mesi come dite in altri post...e qualora dovessi decidere di rimanere di più di 12 mesi per il cambio targhe cosa necessità dato che mia moglie vive e rimane in Italia..? dobbiamo fare un passaggio di proprietà in famiglia..per la su detta operazione..?? spero di essermi spiegato e nel ringraziare colgo l'occasione per salutare cordialmente Alfredo

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ciao Alfredo,

      secondo me se stai per 7 o 8 mesi puoi non immatricolarla...
      So di persone che sono state anni in Germania, senza preoccuparsi troppo della legge vigente, ma per pochi mesi non credo ne valga la pena. Se ti fermano puoi sempre dire che non vivi stabilmente in Germania, visto che la moglie e' sempre in Italia. Se invece decidi di rimanere per un periodo piu lungo, ti consiglio di farlo, perche se ti fermano sei sempre punibile legalmente.
      Per l'immatricolazione ti suggerisco di portarti la moglie...anche solo per una "gita", cosi firma lei le carte e non hai problemi. Altrimenti credo si renda necessario un passaggio di proprieta'...
      Ciao
      M.

      Delete
  88. Buonasera signor MIchele.
    Avrei una domanda da farle: posso mantenere la mia classe di merito cambiando assicurazione da italiana a tedesca?
    Le ho inviato anche un e-mail riguardante questo problema dato che la mia assicurazione italiana "super teuer" scade domani.
    Ciao.

    ReplyDelete
    Replies
    1. Buonasera,

      credo di avere risposto alla sua mail...ma non riportando il suo nome, non posso essere sicuro...
      Nel caso me la rimanda?
      M.

      Delete
  89. ....Mi scusi avrei ancora un'aggiunta.
    Sono entrato in classe di merito di mio Padre e vorrei non usufruire piu' di questo "privilegio"..

    ReplyDelete
    Replies
    1. Buongiorno, purtroppo non so se sei possibile..
      Provi a sentire la sua assicurazione
      Mi spiace.
      M.

      Delete
  90. Buonasera Michele, mi chiamo Alessandro gentilmente vorrei sapere la tua opinione sul mio caso.

    Mi sono trasferito in Germania 6 mesi fa, e ora sono residente.

    Ho la mia macchina con targa Italiana e mi scade l'assicurazione a Gennaio, la macchine e stata immatricolata a gennaio 2010 in Italia allora a gennaio 2013 avrebbe 3 anni.

    Vorrei sapere se e possibile continuare ad avere l'assicurazione italiana anche se sono residente in Germania? Cosa succederebbe in caso di incidenti (non pagherebbero al sapere che sono residente in Germania? Sono obbligato a cambiare la targa?

    Se devo cambiare la targa per forza e per conseguenza l'assicurazione, quale e il procedimento che devo seguire, domando perché vedo che il post e del 2010, che te sappia e sempre la stessa procedura? Nel caso del TÜV e COC, la revisione in Italia di una macchina nuova si fa dopo 4 anni (non so in Germania), questo documento TÜV dovrei farlo anche se non sono passati questi 4 anni?

    Bisogna fare anche qualche documento/gestione in Italia?
    Domando perché ho letto nella pagina del consolato italiano che per non pagare più il bollo auto bisogna de-registrarsi dal PRA e pagare circa 150 euro fra tasse e documenti vari e se ci sono altre cose burocratiche da fare.

    Grazie mille e scusa la quantità di domande

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ciao,

      rispondendo alle tue domande...
      - si puoi tenere la tua assicurazione italiana. Quello che non potresti fare e' tenere la macchina con una targa italiana in Germania. Ma se la immatricoli in Germania, non puoi tenere l'assicurazione italiana...
      - se non comunichi alla tua assicurazione il cambio di residenza potrebbero fare rivalsa. Non so se arrivano fino al punto di non coprirti...Meglio chiedere a loro.
      - si devi cambiare targa, ovvero immatricolare l'auto in Germania
      - immagino la procedura non sia cambiata, ma tieni presente che non faccio questo di lavoro. Ho solo condiviso la mia esperienza seprando potesse tornare utile a qualcun altro
      - riguardo al TÜV credo che tu debba farlo indipendentemente da quanto vecchia e' la macchina, in quanto risulta come una nuova immatricolazione
      - se guardi nel mio blog c'e' un post dove spiego la parte per cancellare la macchina dal PRA
      Prego!
      Ciao
      M.

      Delete
  91. Ciao Michele,

    dovrei registrare la macchina di mia madre in Germania in quanto io risiedo là. Chiaramente dovrei fare un passaggio di proprietà, è possibile farlo in Germania, chiedendo a mia madre di incontrarci direttamente là o lo devo fare in Italia? Ed è costosa la pratica?
    In secondo luogo, secondo te posso trasferire direttamente in Germania la mia assicurazione italiana (intestata a mia sorella), mantenendo la classe di merito? La mia assicurazione è un'Allianz, per cui ben diffusa anche in Germania.
    Infine, per ottenere il TUV ti hanno richiesto delle modifiche alla macchina o tutto è andato liscio? (Io ho un'Euro 4 Gasolio del 2006).

    Grazie in anticipo!!!!

    Luca

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ciao Luca,

      credo che il passaggio si possa fare se la persona a cui e' intestata la macchina e' presente durante l'immatricolazione. Ma non e' stato il mio caso, quindi potri sbagliarmi!
      i costi che ho affrontato io per immatricolare la macchina, sono tutti riportati nel blog.Riguardo all'assicurazione, se e' presente anche in Germania non dovresti avere grossi problemi a trasferire la classe: non mi e' chiaro il fatto che sia intestata a tua sorella...
      Per il TÜV non mi hanno richiesto alcuna modifica e visto che la tua macchina e' "recente" non avrai alcun problema.
      Ciao!
      M.

      Delete
  92. Buona sera Michele,
    oggi ho immatricolato la macchina in Germania e vorrei suggerire a chi deve ancora farlo di seguire questa strada:
    1. Mi sono rivolto alla filiale locale dell'Alfa Romeo (in ogni posto trovate filiali della vostra marca) e ho chiesto se potevano occuparsi della nuova immatricolazione. Nonostante qualche incomprensione dovuta alla lingua, si sono procurati il COC e hanno organizzato tutto il resto (TUV eccetera) e mi hanno riconsegnato l'auto con le nuove targhe. Inoltre mi hanno addebitato solo i costi sostenuti. Ottimo! Anche se forse aiuta il fatto che nella stessa officina ho fatto il tagliando. Comunque grazie.
    2. Ho chiesto alla mia assicurazione GENERTEL in Italia se potevano riassumere la mia storia assicurativa del resto semplice, per fortuna, e mi hanno inviato un documento in inglese "NO CLAIMS CERTIFICATE" con la mia classe Bonus/Malus e la storia dal 1999 a oggi. Grande!
    Con questo documento ho interpellato Generali e Allianz che hanno accettato questo certificato e proposto la migliore classe tedesca.
    Mi resta da fare la radiazione, per la quale ho letto sul sito dell'ACI che, per gli stati UE, basta portare la "Nota di presentazione" e "Copia della Carta circolazione estera o attestazione di avvenuta immatricolazione
    estera" senza targhe, documenti e traduzioni.
    Vedi: http://www.aci.it/i-servizi/guide-utili/guida-pratiche-auto/esportazione.html
    A questo punto chiedo se qualcuno può confermare se questo è davvero sufficiente.
    Grazie al grandissimo Michele, perché solo grazie alle informazioni raccolte sul sito ho potuto sapere cosa fare e trovare la maniera più semplice per farlo.
    Grazie anche a chi mi potrà dare una risposta sull'ultimo punto.
    Saluti a tutti.
    Sergio

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ciao Sergio, grazie mille per la tua testimonianza!!
      Sono contento che le informazioni che hai trovato qui ti siano servite!
      Riguardo alla radiazione, ci sono passato anche io e qui

      http://micheleburigo.blogspot.de/2012/01/radiazione-per-esporto.html?showComment=1354809765342#c3842041050607632614

      riporto la mia esperienza..
      Ciao!
      M.

      Delete
  93. This comment has been removed by the author.

    ReplyDelete
  94. Destinazione Germania9 January 2013 12:08

    Ciao a tutti!
    Sul sito indicato da Anonymous in date 19 dicembre 2012,cioe' il sito dell'aci,ho letto che il certificato di radiazione puo' essere richesto anche prima di esportare il veicolo all'estero.
    Io per ora sono qui in italia e partiro' in marzo,quindi,mi consigliate di richedere il certificato prima di partire?

    grazie

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ciao,

      forse e' una buona idea....Io non l'ho fatto, ma probabilmente se esiste questa opzione, forse e' meglio richiederla PRIMA di partire..
      Ciao
      M.

      Delete
    2. E' incredibile come la arroganza della burocrazia italiana continui a perseguitare i cittadini anche quando sono emigrati (forse proprio per questo??), questa volta tramite consolato.
      Ho dovuto immatricolare qui la mia auto, come previsto dalla legge tedesca passato un certo tempo da quando si e' presa la residenza. Per evitare il pagamento del bollo in italia bisogna radiare l'auto dal PRA, cosa che si fa attraverso consolato se si risiede all'estero. Dalle informazioni scaricabili dal sito del consolato di mia competenza (Stoccarda) risulta che fra i documenti da allegare ci sia il certificato di proprieta' in originale OPPURE attestazione di ritiro dello stesso da parte delle autorita' tedesche.
      Se hai il certificato in originale e' previsto tra l'altro un versamento ridotto rispetto a quando non ce l'hai.
      All'ufficio immatricolazione tedesco non mi ritirano il certificato di proprieta' per cui io faccio il mio versamento (ridotto) a favore dell'aci e poi chiamo il consolato per prendere appuntamento.
      La tizia che mi risponde mi chiede se ho tutti i documenti, io comincio dicendo che ho la copia del bonifico di 48,23 euro...."NO, NO!!" mi ferma subito. "Il bonifico deve essere di 62,85!!"
      Le rispondo: "ma io ho il certificato di proprieta' in originale..." e lei "non e' possibile! quello deve essere ritirato dall' ufficio tedesco" e io: "mi scusi ma dalle informazioni scaricabili e' prevista anche la possibilita' che il proprietario rimanga in possesso del certificato originale!" e la tizia: "NO, NO, lei deve avere una attestazione di ritiro delle targhe e del certificato!".
      A questo punto le dico: "mi permetto allora di segnalare che le informazioni disponibili sul sito non sono chiare.." e lei: "quelle informazioni le ho scritte io, lei e' l'unico che non le capisce..!"
      Ci sarebbe stato da alzare la voce ma purtroppo,
      dovendo ancora fare la pratica, si e' ostaggio di questa gente che non si capisce bene per quali meriti sia impiegata in un ufficio consolare..risultato: dovro' chiedere una altra mattinata di permesso al lavoro per la consegna del certificato di proprieta' allo Zulassungstelle e il bonifico in banca (non si puo' fare online!!) della differenza per l'ACI. Forse la germania non e' abbastanza lontana dal nostro paese dei balocchi...
      Francesco

      Delete
  95. Ciao Michele, innanzitutto vorrei ringraziarti dell'articolo. Utilissimo!

    1) Volevo farti alcune domande: tu per caso questo procedimento lo hai fatto a Berlino o risiedi in un'altra città?

    2) Attualmente io ho macchina (di mia proprietà) con targa italiana, con assicurazione italiana scaduta, ferma in garage qui in germania. Ho fatto fare a dicembre il TÜV dalla DEKRA, e mi sono fatto inviare il COC dalla Lancia.

    Se ho capito bene i passaggi che dovrei adesso sono:

    - Stipula dell'assicurazione (non fa niente che nn ho ancora la targa?)
    - Prenotazione online del numero della futura targa (potresti indicarmi il sito web?)
    - Staccare le targhe italiane dalla auto
    - Recarmi in motorizzazione con documenti personali, documenti auto, tüv, coc, numero assicurazione, foglio di prenotazione numero targa
    - Andare dal tizio che fa le targhe con i documenti che mi hanno dato in motorizzazione
    - tornare in motorizzazione e farmi attaccare gli adesivi
    - attaccare le nuove targhe

    e da quel momento posso guidare, e dovrò

    - pagare tasse di circolazione
    - fare il Tüv ogni due anni
    (e rinnovare annualmente assicurazione chiaramente)

    Ti ringrazio in anticipo!

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ciao,
      1) no non l'ho fatto a Berlino, ma dovrebbe essere, se non uguale, almeno simile...
      2) tutto esatto!

      Purtroppo il sito per "prenotare" il numero di targa personalizzato e' legato alla motorizzazione della tua citta. Quindi prova a guardare sul loro sito ( mi sembra che si chiami Wunschkennzeichen online)
      Ciao!


      Delete
  96. Ciao Michele!

    Scoperto il tuo blog cercando info sull'immatricolazione della macchina in Germania. Complimenti, info davvero utile!
    Noi dobbiamo ancora comprare la macchina qui in Italia, per trasferirsi più tardi in Germania. Volevo chiedere se il prezzo dell'immatricolazione in Germania cambia secondo la macchina..se è usata o meno, se è vecchia, grande ecc...magari mi dici di richiedere subito qualche documento in Italia per risparmiare tempo in Germania? A proposito..i documenti italiani devono essere tradotti in tedesco? Grazie mille in anticipo!

    Natalia

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ciao Natalia,

      non credo che i costi per l'immatricolazione dipendano dal modello o cilindrata della macchina...Sicuramente fa differenza se immatricoli un'auto o un TIR.
      Qualcuno aveva suggerito di chiedere la radiazione per immatricolazione all'estero PRIMA di trasferirsi, ma io non lo avevo fatto, quindi non saprei dirti se sia utile o meno.
      No, i documenti dell'auto non devo essere tradotti.
      Ciao!
      M.

      Delete
  97. Ciao a tutti,
    ho fatto la radiazione dell'auto in Italia e quindi completo quanto scritto in data 19 Dicembre 2012:
    1. Confermo che è sufficiente presentere i documenti rilasciati dall'Ufficio Immatricolazione tedesco che si chiamano “Zulassungsbescheinigung I” e “Zulassungsbescheinigung II” senza traduzione (siamo in Europa, mi hanno detto, meno male)
    2. Ho firmato una autodichiarazione dove si dice che i documenti originali e le targhe sono stati trattenuti.
    Il tutto in 10' senza altri problemi presso una delegazione ACI
    L'unico neo è che non posso recuperare i soldi del bollo auto dalla data di radiazione alla scadenza, così mi è stato detto.
    In compenso l'Assicurazione Genertel mi ha rimborsato il premio dalla data di immatricolazione in Germania fino alla scadenza del contratto. Complimenti!

    Consiglio quindi di fare la radiazione in occasione di un viaggio in Italia, questo se non avete problemi di scadenza del bollo, nel qual caso dovreste pagarlo inutilmente.

    Rispondo a HM21 January 2013:
    Per l'assicurazione vai in una Agenzia dove ti fanno il contratto preventivo e ti danno un codice da presentare all'Ufficio Immatricolazioni. Poi quando hai la targa ritorni in Agenzia e ti fanno il contratto definitivo.
    Per la tassa di circolazione, lasci i dati del tuo conto corrente e ti manderanno a casa una lettera con le caratteristiche della macchina e l'importo da pagare che provvederanno a prelevare direttamente dal tuo conto.

    Rispondo a Natalia 24 January 2013:
    Io non ho fatto alcuna traduzione né in Germania né in Italia.

    Grazie ancora a Michele che ha aperto questo UTILISSIMO Blog!

    Ciao, Sergio

    ReplyDelete
    Replies
    1. Grazie mille Sergio per aver condiviso la tua esperienza!
      Sono sicuro che sara' utilissima per molti lettori del blog!
      Ciao!
      M.

      Delete
  98. Salve.Mi chiamo Cristina e vorrei chiedere (posibile che sta scritto e mi abbia sfuggitto)una cosa.Ho fatto la revisione auto a maggio 2012 in Italia esito positivo.Sono andata a TUV e mi hanno respinta la revisione per motivi di guasti.Adesso ho tempo 1 messe per ripararla e riportarla di nuovo alla TUV.Che si puo fare con la mia revisione visto che mi costa 1000 E di danno al mecanico .Quando si deve fare il COC? Se lo faccio prima di TUV e meglio,e se e necesariamente obligatorio sto COC.
    Grazie mille

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ciao Cristina, credo che sia possibile in quanto la revisione TÜV magari utilizza dei parametri diversi...
      Ad occhio, direi che qui (in Germania) sono un po piu precisi e fiscali, quindi puo essere che hai passato la revisione in Italia, ma la TÜV ti abbia richiesto delle ulteriori riparazioni..
      Il COC lo puoi fare quando vuoi; non credo dipenda dal TÜV, ma a questo punto fallo dopo che hai riparato l'auto.
      Ciao
      M.

      Delete
  99. Salve!

    Per prima cosa ringrazio questo blog di Michele perchè mi è stato di un aiuto colossale per eseguire in tutta precisione l'immatricolazione tedesca.

    Racconto la mia personale esperienza:

    -per prima cosa ho contattato HUK 24 e ho fatto il preventivo per l'assicurazione e dopo un paio di giorni mi hanno spedito la carta verde e mi hanno mandato via email il numero elettronico necessario ai fini dell'anmeldung tedesco.

    -poi ho fatto un preventivo sul sito EUROCOC per avere il COC della mia Focus e in 10 giorni mi hanno spedito la copia fisica via posta e quella digitale via email (costo 142 euro perchè ho ordinato il coc con spedizione espresso per questione di tempo)

    -mi son recato al DEKRA dove - senza appuntamento - hanno fatto le verifiche per il rilascio del TUV al prezzo di 87 euro

    -nel frattempo ho prenotato la targa personalizzata dalla motorizzazione e attraverso internet me la son fatta spedire a casa

    -con tutti i documenti necessari( ovvero TUV, COC, certificati italiani, anmeldung di residenza tedesca, targa) son andato prima in un'officina a farmi levare le targhe e poi alla motorizzazione dove in 40 minuti (e dico QUARANTA) avevo tutto pronto!!!!

    Grazie ancora a Michele,
    saluti

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ciao Marco,

      grazie mille per averci raccontato la tua esperienza. In particolare modo perche' non sei passato attraverso un'officina, ma hai fatto tutto da "privato".
      Sono sicuro che in molti beneficieranno del tuo racconto!
      Ciao
      M.

      Delete
  100. Ciao

    sto immatricolando anche io l 'auto qui in Germania e l'assicurazione tedesca mi chiede l'attestato di rischio in Inglese, dato che l a mia assicurazione Italiana mi ha detto che non puo farmelo chiedo a voi come avete proceduto: è possibile farlo tradurlo al consolato? o presso uno studio di traduzioni? Grazie

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ciao,
      io lo avevo fatto fare da un agenzia che si accupava di traduzioni certificate e mi aveva chiesto circa 60 euro. Ma alla fine non era serivto ad un gran che...
      Ti suggerisco, per prima cosa, di guardare se la tua assicurazione italiana esiste anche in Germania; il passaggio in quel caso, sarebbe molto piu facile perche ti dovrebbero riconoscere la classe senza problemi
      Ciao
      M.

      Delete
  101. Ciao blog veramente utile.. ho solo un problema.. vorrei portare la mia macchina in germania tra un mese circa prima che scada l'assicurazione italiana.il mio dubbio è: posso immatricolarla in germania anche se ho qualche bollo non pagato o mi fanno questioni?

    ReplyDelete
    Replies
    1. Se non hai pagato il bollo in Italia ai Tedeschi non interessa, però una volta immatricolata l'auto in Germania dovrai farla radiare dal PRA in Italia per evitare appunto di poagare il bollo ogni anno e quindi avrai dei problemi, sicuramente ti fananno pagare i bolli arretrati piu una maggiorazione come sanzione. E se non la cancelli l'auto rimane registrata in Italia quindi continuerai a dover pagare ogni anno il bollo e se non lo fai per parecchi anni be penso andrai contro a sanzioni piu gravi...

      Delete
  102. Ciao Michele,
    Sono residente da poco in Germania e mi sono portato la mia macchina con targhe italiane. La mia assicurazione italiana è in scadenza e non faccio in tempo a fare il cambio targhe. Sai se è possibile assicurare la mia macchina direttamente con una compagnia assicurativa tedesca?
    Grazie e ciao.
    Marco

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ciao Marco,

      non credo sia possibile ma non ne sono sicuro al 100%.
      Prova a chiedere.
      Ciao

      Delete
  103. Ciao Michele. Prima di tutto grazie mille per questo sito utilissimo!!
    Vorrei sapere se qualcuno sa dirmi come risolvere il seguente problema:
    io sono residente a Monaco di Baviera e guido una macchina con targa italiana intestata a mia madre. Vorremmo fare il passaggio di proprieta' e il cambio di targa (con targa tedesca). si puo' fare il passaggio di proprieta' direttamente in Germania? Oppure occorre fare il passaggio di proprieta' in Italia?
    qual'e' la procedura da seguire?

    Grazie mille e scusate se ho chiesto qualcosa gia' domandato in precedenza.

    Maria

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ciao Maria,

      non so se sia possibile farlo in Germania, visto che la macchina ha ancora la targa italiana. Ricordo di aver consigliato di chiedere alla motorizzazione tedesca, in quanto, in linea teorica, se la proprietaria (ovvero tua mamma) e' con te quando re-immatricoli la macchina in Germania, dovrebbe essere possibile. Purtroppo pero' non avendolo provato di persona, non ne sono certo.
      Ciao
      M.

      Delete
    2. Ciao Maria, mi trovo nella tua stessa situazione..
      Hai novita in merito al tuo problema?

      Grazie

      Roberto

      Delete
    3. Ciao,

      grazie mille Michele!
      No non ho ancora novita', ma contavo di chiedere a qualche amico tedesco di chiamare per me in motorizzazione (il mio tedesco non e' propriamente fluente ;-)).
      Appena riesco a sapere qualcosa ti faccio sapere.
      Ma non so se la cosa sia dipendente anche da stato a stato (io sono in Baviera) o sia identico in tutta la Germania.

      A presto,
      Maria

      Delete
    4. Guarda, forse ho risolto..
      Lascio la macchiana di proprieta' dei miei genitori e la assicuro in italia usandola in Germania... :)
      Spero non ci siano problemi...!!!

      Delete
    5. Ah no, cosi' problemi non ce ne sono...pero' penso che l'assicurazione sia meno costosa in Germania che in Italia.
      Comunque io ho guidato la macchina intestata a mio marito (registrata in Italia e per pigrizia mai passata in Germania) per 3 anni....e non ci hanno mai fatto storie anche quando ci hanno fermati...
      Chiaro che sarebbe stato meglio passarla (anzi forse piu' legale...), perche' lui e' residente qui. Pero' se la lasci a nome dei tuoi, non penso proprio ci siano problemi.

      Maria

      Delete
    6. Ciao, il problema non e' tanto nei controlli...che anche se effettuati non potranno mai dimostrare che non sei mai tornata in Italia (o almeno non torni in Italia regolarmente...)
      Il fatto e' che per legge dovresti immatricolarla nel paese in cui vivi (avevo postato da qualche parte nel blog il link con la legge in merito...)
      Se poi non lo vuoi fare, questo e' un altro discorso.
      Tuttavia, se la macchina e' intestata a qualcuno residente in Italia, il problema non sussiste.
      Ciao!
      M.

      Delete
  104. Mediamente quanto costa un assicurazione annua in Germania? Io ho un 1400 TDI( Ibiza ) in 3 classe e pago 360 ogni 6 mesi (Roma)

    Luca.

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ciao, io con ADAC pago, all'anno, circa 340 compresa la tessera soci (ho una vecchia Peugeot 407 diesel). Ma vivo in una citta non molto grande e con pochi incidenti...
      Probabilmente a Monaco e' molto piu alta..
      Ciao
      M.

      Delete
  105. Salve a tutti, io ho fatto tutti i documenti necessari ed ora ho la macchina targata Tedesca.
    Purtroppo l´assicurazione alla quale mi sono rivolto, dice che non é sufficiente l´attestato di rischio della mia assicurazione Italiana tradotto in Tedesco e che vorrebbero un ulteriore documento da parte della mia vecchia assicurazione in Italia che attesta con le date specifiche la classe di provenienza.
    Purtroppo ho spiegato che in Italia l´attestato di rischio é il documento ufficiale per poter fare una nuova polizza presso qualsiasi altra assicurazione e che su tale documento viene descritta la relativa crnostoria del cliente.
    Inoltre il documento consegnato é stato anche tradotto a livello giuridico in Tedesco.
    Per concludere ho consegnato all´assicurazione in germania un ulteriore documento della mia assicurazione italiana dove sono menzionate le date specifiche di quando sono diventato cliente fino alla cessione del mese di Marzo 2013.
    Qualcuno mi sa dare una risposta?
    Nei messaggi precedenti mi sembra di aver capito che in diversi hanno concluso la parte assicurativa porta solo ed esclusivamente l´attestato di rischio tradotto in Tedesco giusto?


    ReplyDelete
    Replies
    1. Ciao,

      qui spiego la mia "avventura" con l'assicurazione.

      http://micheleburigo.blogspot.de/2011/03/aggiornamento-immatricolazione-auto.html

      Se leggi tra i commenti vedrai che la situazione si e' risolta, ma ci sono voluti dei mesi e tanto tempo sprecato...
      Ciao
      M.

      Delete
  106. Buongiorno a tutti,
    vorrei acquistare un'auto in Italia e portarla in Germania, dove riesiedo. Quale procedura dovrei seguire?

    grazie in anticipo!


    ReplyDelete
    Replies
    1. Ciao, sei nel posto giusto!
      Se leggi il blog dall'inizio, troverai come immatricolare un'auto italiana in Germania e i motivi per cui dovresti farlo.
      Ciao
      M.

      Delete
    2. grazie!
      il fatto è che vorrei comprarla e importarla direttamente, e quindi facendo la demolizione per estero e senza aprire alcuna polizza assicurativa in Italia. Come potrei trasportarla in Germania? (a parte il trasporto in bisarca)

      Delete
    3. Non ne sono sicuro, ma credo tu possa richedere delle targhe temporanee tedesce, e usare quelle per portarla in Germania. Ma in questo caso forse sarebbe meglio affidarsi ad un'agenzia o ad un concessionario...
      Ciao
      M.

      Delete
  107. Ciao a tutti.
    Michele, grazie per questo blog.
    Ho un problema circa il riconoscimento della classe di merito dell'assicurazione.
    La compagnia italiana mi ha dato un certificato con la conferma della mia classe di merito (classe 1, la piu favorevole). Ho fatto tradurre il certificato, ma la compagnia tedesca mi voule riconoscere una classe molto inferiore, visto che la macchina e' stata assicuarat solo 2 anni in Italia. Cioe' guardano solo la durata dell'ultimo periodo di assicurazione e non la classe di metito. In questo modo perdo 10 anni sneza sinistri!
    Avete idee?
    Grazie mille.
    raf

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ciao Raf, come spiego qui

      http://micheleburigo.blogspot.de/2011/03/aggiornamento-immatricolazione-auto.html#comment-form

      l'ideale sarebbe trovare una compagnia assicurativa europea, ovvero con filiali sia in Italia che in Germania. In quel caso il riconoscimento della classe dovrebbe essere piu' facile. Altrimenti, come hai potuto constatare sulla tua pelle, tengono conto solo degli anni EFFETTIVI in cui non hai avuto sinistri, ovvero guardano solo quelli riportati sul ultimo certificato.
      M.

      Delete
  108. Ciao, mi sono perso sul TUV e COC. Se ho capito bene il primo lo devi fare in germania, mentre il secondo in italia presso un centro DEKRA. E' giusto? Grazie.

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ciao,

      a dire il vero penso tu debba fare tutto in Germania....anche perche 'se lo fai in Italia i documenti sarebbero in italiano, e quindi non comprensibili dai tedeschi.
      Ciao
      M.

      Delete
  109. Ciao michele ho letto il tuo blog vorrei sapere alcune informazioni gentilmente. Vorrei comprare un auto in italia con la targa radiata quindi senza pagare il passaggio di proprietà, come posso fare successivamente all'acquisto a regolarizzare tutti i documenti per portarla qui in germania io vivo in westfalia vicino bielefeld se puoi darmi qualche consiglio utile ti prego di farmi sapere grazie mille

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ciao, come ti ho gia detto in privato, probabilmente la soluzione sono le targhe temporanee...ma non ho idea di come funzioni...
      Ciao
      M.

      Delete
  110. Ciao Michele,
    approfitto del tuo blog per dare qualche informazione aggiuntiva.
    Vivo a Monaco di Baviera e ho acquistato un'auto (nuova) in Italia con alimentazione GPL (Ford Cmax).
    Mi è stato inviato il tutto dalla concessionaria (CoC e fattura) ed ho scoperto che... non posso immatricolarla, perchè è una vettura Euro 5A e qui in Germania si immatricolano solo vetture Euro 5B.
    La cosa strana è che:
    - l'auto è stata appena prodotta (in Germania);
    - sul CoC, al punto 0.10 c'è scritto "il veicolo può essere immatricolato in modo permanente negli Stati membri aventi circolazione a destra".
    Alla motorizzazione non ne hanno voluto sapere...
    Ho provato a spiegare che l'auto GPL inquina comunque meno di un'auto a benzina ma nulla...
    Tu ne sai qualcosa?
    Luca

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ciao Luca,

      purtroppo non so nulla riguardo questo argomento.
      L'unica cosa che so (o meglio che ho imparato con il tempo...) che se in Germania c'e' una legge che dice una cosa, stai sicuro che la applicano. Non esiste flessibilita'. Come, forse, e' giusto che sia...
      Sarebbe comunque interessante capire il motivo di questa legge...
      Credo non ti rimanga altro che immatricolarla in Italia...
      Ciao
      M.

      Delete
  111. Ciao Michele,

    complimenti per il tuo Blog, mi fu molto di aiuto quando convertii la mia vecchia patente italiana in quella tedesca.
    Ne approfitto per ringraziarti.

    Mi trovo difronte a un dilemma,
    dal momento che immatricolo la mia auto italiana in Germania
    devo necessariamente cambiare anche le targhe? O è un procedimento automatico che avviene durante il processo di reimmatricolazione?
    Detto ciò, se non dovessi cambiare le targhe, potrei mantenere la mia assicurazione italiana?

    Sto acquistando un'auto nuova qui in Germania dando in permuta la mia vecchia auto (immatricolata in Italia, appunto). Questo non può avvenire se prima non la immatricolo qui in Germania.
    Praticamente la procedura di nuova immatricolazione servirebbe soltanto in funzione della permuta.

    Grazie in anticipo per la risposta.
    Un caro saluto

    Gianmaria

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ciao Gianmaria,

      quando immatricoli l'auto in Germania, ti vengono consegnate delle targhe tedesche nuove...quindi si, devi necessariamente cambiare le targhe. Non so cosa intendi per "automatico"...ma non ti vengono date direttamente dalla motorizzazione. Devi andare in un negozio dove te le fanno.
      Se non cambi le targhe, vuol dire che l'auto rimane immatricolata in Italia. E a quel punto puoi mantenere la suta assicurazione, in quanto non hai cambiato nulla...
      Riguardo alla compravendita, credo dipenda da come ti sei accordato con il compratore.
      Nel senso se la vuole gia immatricolata (in Germania) oppure no. Se la vuole immatricolata in Germania, devi seguire la procedure descritta nel blog...
      Ciao
      M.

      Delete
  112. voglio portare la mia esperienza:
    io abito nello Shleswig Holstein
    essendo assicurato con una assicurazione online che esiste anche in Germania, ho chiamato la filiale tedesca e sono riuscito a fare in modo che alcune informazioni dell attestato di rischio fossero trasferite, senza bisogno di traduzioni ufficiali. In particolare è abbastanza facile avere riconosciuti gli ultimi 5 anni senza incidenza, dopodichè tutto diventa (quasi) impossibile. Anche così, provenendo da una città italiana dove "si bastona parecchio", il risparmio è il 30%, quindi direi che conviene. Dopo aver accettato il preventivo ho avuto il codice di 7 cifre. Sono quindi andato in motorizzazione con il certificato di proprietà italiano, il libretto di circolazione, l anmeldung della mia residenza tedesca, ovviamente documento di identità, codice di 7 cifre, conto bancario tedesco. Hanno fatto loro il COC, e il TUV mi è stato detto che devo farlo entro la fine di questo mese (la mia macchina ha meno di 3 anni). Ho consegnato le targhe italiane e ho fatto in loco quelle tedesche. Ho impegato 30 minuti per fare la parte burocratica e uguale tempo per montare/smontare le targhe...ovviamente le targhe tedesche sono di dimensione diversa rispetto alle targhe italiane, almeno quella anteriore, e poi le mie targhe erano fissate con dei rivetti, insomma ho dovuto lavorare un po. Spesa: 40 euro per la pratica di motorizzazione e 42 euro tra stampa targhe nuove e nuovi portatarghe (i vecchi li ho dovuti spaccare per togliere i rivetti). Non ho ancora capito quanto mi costerà il bollo, avete un sito internet dove verificarlo ? e presumo che verrà pagato automaticamente in banca.
    Saluti
    Maurizio

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ciao Maurizio,

      grazie mille per aver riportato la tua esperienza. Sono certo che sara' utile ai lettori del blog. Riguardo al bollo, ti prelevano i soldi direttamente dal conto (immagino infatti che ti abbiano chiesto anche i dati della banca...). Non so se esiste un sito per sapere quanto spenderai...comunque io sono rimasto abbastanza sopreso (in negativo...), perche pensavo di andare a spendere meno...
      Ciao
      M.

      Delete
  113. Caro Michele,

    ho letto con attenzione la sua spiegazione molto interessante ma mi sembra di non avere capito bene come funziona la radiazione dal PRA italiano della macchina. Lei scrive: "Se tutti i documenti sono corretti prenderanno (e distruggeranno) le targhe italiane e archivieranno i documenti italiani dell'auto."

    Leggendo diversi commenti mi pare che la procedura sia differente o meglio piu' articolata. Sembra infatti sia necessario far pervenire targhe e richiesta di radiazione (+ cert. proprieta' + versamenti) al PRA (o direttamente o forse tramite consolato).

    Insomma e' necessario radiare esplicitamente l'auto dal PRA (e per questo non basta prendere le targhe e distruggerle).
    In caso contrario l'autovettura rimane iscritta al PRA (risultando in una doppia immatricolazione, tedesca E italiana), caso patologico.

    In questo senso e' illuminante il commento di Lino dell 11 March 2011 19:35
    con un allegato molto chiaro.

    Potrebbe commentare se questi miei osservazioni sono corrette?

    La ringrazio in anticipo
    Cristiano

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ciao Cristiano,

      per mia esperienza, le targhe vengono ritirate (e distrutte) dalla motorizzazione tedesca al momento dell'immatricolazione. Come hai letto, pero', ci sono delle testimonianze dove suggeriscono di radiare la macchina PRIMA di andare in Germania (caso in cui le targhe vengono riconsegnate al PRA e la macchina cancellata dai registri). Il problema con questa procedura e' portare una macchina non immatricolata in Germania. Questo puoi farlo se 1) ottieni le targhe temporanee tedesche oppure 2) carichi la macchina su di un carrello.
      Io ho fatto l'immatricolazione qui, quindi mi hanno tenuto le targhe e sono dovuto andare al PRA in un secondo tempo a far radiare l'auto (per evitare di pagare il bollo).
      Quale sia la procedura migliore, credo dipenda dalla situazione...
      Spero di averti tolto qualche dubbio.
      Ciao
      M.

      Delete
  114. Attualmente mi trovo in Baden Wurttemberg da circa 2 mesi,sono residente qui e vorrei cambiare la targhe italiane con quelle tedesche.Sono andato alla motorizzazione tedesca,qui a biberach,mi hanno detto che si puo' fare ma loro mi tengono le targhe italiane e mi daranno un documento ufficiale da consegnare al pra italiano,cosi' mi tolgono il bollo.Ho chiamato anche al pra italiano ma loro anche detto che loro per forza devono avere le targhe italiane.Io non so cosa fare...qualcuno sa come procedere?
    Grazie mille

    ReplyDelete
  115. Ciao Michele,
    per prima cosa complimenti per il tuo blog. Anche io desidero raccontare la mia esperienza. Vivo a Berlino da qualche mese e la scorsa settimana ho finalmente portato la mia auto dall´Italia in Germania. Avevo precedentemente ordinato il Coc presso una concessionaria della mia marca in città (tempo di attesa 8 giorni e 100€ di costo). Ho fatto la revisione presso un centro Dekra, andando semplicemente senza appuntamento e facendo la normale fila. Ieri mattina ho portato la macchina dal concessionario dove avevo ordinato il Coc, mi hanno smontato le targhe italiane e nel frattempo che sono andata allo Zulassung-Stelle (per l´immatricolazione di veicoli provenienti dell´EU l´ufficio competente per l´intera città è quello di Jüterborgerstr.3) hanno montato il nuovo porta targa. Alla motorizzazione avevo già fissato un appuntamento e con Coc, il certificato rilasciato da Dekra, i documenti italiani dell´auto+ le targhe, un mio documento+ l´anmeldebescheinigung e il codice dell´assicurazione, nel giro di 30 minuti mi hanno rilasciato le nuove targhe tedesche. Erano già a conoscenza del problema con l´Italia per radiare la macchina al Pra (mi è stato detto che in Europa hanno lo stesso problema anche con auto provenienti da Austria e Grecia) e mi hanno invitato a "comprare" (costo circa 10€) un documento che attesti l´avvenuta immatricolazione dell´auto in Germania, in cui si specifica anche che le precedenti targhe italiane ed i relativi documenti vengono trattenuti o meglio distrutti dalla motorizzatione tedesca. (In merito alla radiazione dell´auto al Pra per esportazione ho trovato questo http://www.aci.it/i-servizi/guide-utili/guida-pratiche-auto/esportazione.html nel sito dell´Aci). Ora spero che con questo foglio rilasciato dalla motorizzazione tedesca non avrò problemi per la radiazione.
    Per quanto riguarda l´assicurazione tedesca e il riconoscimento degli anni in Italia, non bisogna presentare l´attestato di rischio ma un attestato in cui si dichiara non solo la classe di merito, ma anche da quanto tempo si è assicurati (gli anni di assicurazione sono molto importanti in Germania). Il nome di questo documento purtroppo non lo ricordo, ma io ho spiegato la mia situazione alla compagnia di assicurazione in Italia e loro erano già a conoscenza del modello di cui avevo bisogno. Il documento è già scritto in diverse lingue (tra cui il tedesco) e con esso la compagnia assicurativa tedesca non mi ha fatto nessuna storia e mi ha riformulato subito il preventivo conteggiando gli anni di assicurazione in Italia.
    Spero che il racconto della mia esperienza possa essere di aiuto ad altre persone alle prese con l´immatricolazione della macchina in Germania.
    Un saluto
    Elisa

    ReplyDelete
  116. @Elisa,quando vorresti presentare il documento rilasciato al pra italiano?Perche' il mio dubbio e' sempre quello che in italia non ti accettano i documenti rilasciati dalla germania.Infatti l'ho scritto nel posto prima del tuo.
    Grazie
    Ciao

    ReplyDelete
    Replies
    1. Si, ma nel link che ho postato (preso dal sito dell´Aci e non da un sito a caso) viene chiarito che nel caso l´auto sia già stata immatricolata in un altro paese europeo, per richiederne la radiazione al pra italiano bastano: 1) Nota di presentazione 2) Copia della Carta circolazione estera o attestazione di avvenuta immatricolazione estera
      Viene inoltre specificato che si può fare il tutto tramite consolato e che non servono traduzioni (la traduzione della carta di circolazione viene richiesta solo se l´auto è stata immatricolata in un paese extra UE). Tuttavia questo che sto scrivendo potrebbe essere anche non vero, prova a sentire cosa dicono in consolato. Io ci andrò nei prossimi giorni.
      Ciao
      Elisa

      Delete
    2. @Elisa,ok!Fammi sapere come e' andata a finire,non vorrei pagare il bollo sia in germania sia in italia..
      Ciao

      Delete
  117. posto qua un altra informazione: mi è arrivato da pagare il bollo, che nel caso del comune dove abito si calcola così

    9.50 eur per ogni 100 cm3 di cilindrata
    2 eur ogni 20g/km di emissioni

    quindi ad esempio per la mia peugeot 5008 devo pagare 192 euro mentre in italia ne pagavo 209
    saluti

    ReplyDelete
    Replies
    1. confermo,io ho una seat leon 1.9tdi 150 cavalli diesel,pagavo 317 euro e ora qui pago 293 euro.
      se avete un benzina,pagate la meta' circa..

      Delete
  118. jjraxel
    ciao a tutti ho uninformazione x gli interessati.......
    dunque io vivo in germania da diversi anni e quando mi sono trasferito ho portato con me il mio scuterone con ( naturalmente targa italiana).
    Lo ho immatricolato qui in germania.....
    la procedura che ho usato:
    1-al PRA ho fatto la cancellazione delle targhe con opzione di esportazione nella comunita europea( ho radiato la targa e mi hanno reso il mio libretto con timbrato sopra ESPORTAZIONE EU)
    2-sono andato al TÜV ho fatto la revisione e l'ho passata(sempre che il mezzo sia in ordine in meccanica, carrozzeria e gomme , perché qui sono severi su queste cose).
    3-sono andato al Landratsamt del tuo capoluogo e ho fatto le targhe
    costo completo dell trasferimento 140euro x la germania e 70 euro(se nn ricordo male x l'italia.
    ora ripeto l'operazione per una vecchia VW maggiolone del 70'
    spero di essere stato chiaro e utile
    a presto

    ReplyDelete